Catherine Deneuve prova un cappotto Yves Saint Laurent nel 1966 

Cappotto, se è quello giusto lo ameremo per sempre

È una delle poche certezze in fatto di moda invernale. Al di là dei trend di stagione, deve essere avvolgente e confortevole. "Il cappotto si indossa molto più spesso di tanti altri capi", spiega Ian Griffiths, direttore creativo di Max Mara, "e nel corso degli anni, con esso si può sviluppare un vero e proprio legame emozionale ed affettivo"

1 minuti di lettura

Non se ne vedevano tanti dagli anni Cinquanta, quando Camilla Cederna scriveva: “Lo scioccherello è il capo di vestiario che le milanesi prediligono. È il paltoncino che scelgono nel bel verde delle marcite, nel dolce grigio della nebbia, in quel bruno, in quel rosso appena spento che a Milano hanno i tetti quando li ha bagnati la pioggia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori