Rinite allergica, respirare meglio con un piccolo test

Anna Maria Zicari, docente di Allergologia pediatrica: “I disturbi dell’infiammazione possono alterare il ritmo del sonno dei piccoli e influire sul loro comportamento”
 
1 minuti di lettura

Rinite allergica, respirare meglio con un semplice test

POLLINI, acari della polvere, pelo di animali, muffe. Le patologie allergiche sono sempre più diffuse e si calcola che oggi riguardino in media un italiano su quattro. La primavera e l'estate dal punto di vista delle allergie sono due stagioni delicate. Negli ultimi anni, poi,con la variazione del calendario pollinico (dovuto ai cambiamenti climatici)  i pollini sono presenti nell'aria già dal mese di marzo e si prolungano anche fino a luglio inoltrato.

L'allergia non è altro che la reazione del nostro sistema immunitario verso sostanze presenti nell'ambiente e con cui entriamo in contatto. "Si tratta di sostanze innocue per chi non è allergico, ma che possono condizionare negativamente la qualità della vita di chi invece ne è sensibile, soprattutto i più piccoli", spiega la dottoressa Anna Maria Zicari, docente di Allergologia Pediatrica al Policlinico Umberto I di Roma.  Le forme di rinite infettive sono comunque facilmente riconoscibili per la presenza di secrezione gialla, continua e liquida, il gonfiore con la conseguente sensazione di naso chiuso. La secreazione nasale può provocare tosse e prurito.

E se il passaggio dallo specialista per sottoporre il bambino al test e capire da cosa è generata l'infiammazione periodica o cronica (valutazione immunoallergologica) rimane fondamentale per formulare la diagnosi esatta e la terapia, è anche importante ridurre quanto più possibile il contatto del piccolo con l'allergene evitando l'esposizione o il contatto. In età pediatrica, le infiammazioni come le riniti allergiche non sono infatti da sottovalutare: causando disturbi respiratori diurni e notturni, possono provocare alterazioni nel sonno e di conoseguenza nella vita sociale e il rendimento scolastico del bambino. Una delle complicazioni della rinite allergica, per cui bisogna rivolgersi allo specialista è infatti l'asma bronchiale. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito