L'arsenale di Cuba contro Covid: cinque vaccini propri e uno con la Cina

Sei i candidati, due sono in fase avanzata di sperimentazione con dati incoraggianti
4 minuti di lettura

CINQUE vaccini e un possibile sesto candidato sviluppato insieme alla Cina. E’ quanto bolle in pentola a Cuba dove l’Istituto statale dei vaccini Finlay de L’Avana ha messo il turbo. Alcune delle sperimentazioni, infatti, sono già in fase tre e si attendono i risultati entro giugno. A illustrare lo scenario di una Cuba che riesce a battere Covid-19 grazie ai suoi vaccini fatti in casa è un’intervista a Vicente Vérez Bencomo, direttore generale dell’Istituto Finlay, pubblicata su Nature.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori