Pandemia. Teenager: è l'estate più difficile

Incontrare di nuovo gli amici. Il ritorno alla vita che non è uguale per tutti. Un grande esperto spiega perché le vacanze 2021 sono difficili per gli adolescenti
1 minuti di lettura

Lo scenario per i ragazzi e le ragazze sta cambiando rapidamente. È finito l’anno scolastico e finalmente si comincia a pensare alle vacanze. Non tutto è così scontato: intanto dove andare. E poi con chi. Qui si tirano le fila delle amicizie.

Per gli adolescenti il gruppo degli amici è fondamentale soprattutto adesso dopo il lungo periodo di restrizioni, quando nascono anche storie sentimentali. E questo ritorno alla normalità non avviene per tutti gli adolescenti allo stesso modo. Ci sono ragazzi che vogliono cancellare quest’anno e mezzo, riprendere le abitudini del passato col desiderio di rifarsi di tutto quello che è mancato. E a volte c’è addirittura il desiderio di recuperare quello che si è perso gettandosi nelle movide con eccitazione ed euforia.

Per fortuna non tutti si comportano allo stesso modo. Sì, c’è il bisogno di ricominciare, ma la pandemia ha lasciato qualche segno, forse il ricordo della vulnerabilità che si è vissuta. Per questi ragazzi il rientro nella vita sociale è più graduale. Ma può essere anche difficile. Il lungo isolamento ha lasciato delle tracce nella vita di numerosi ragazzi che si erano creati una nicchia in cui si erano ritirati mantenendo i rapporti col mondo esterno soprattutto tramite i social network. Paradossalmente, le restrizioni della pandemia avevano creato una sorta di apparato difensivo che metteva al riparo dagli stress e dalle ansie connesse alla famiglia, alla scuola e al mondo esterno.

A volte è difficile staccarsi dalla propria stanza in cui si è passato tanto tempo, una specie di seconda pelle che protegge. La ripresa fa paura, emergono ansie di incontrare gli amici, raccontare come sono andate le cose, progettare le vacanze insieme. La pandemia può lasciare qualche conseguenza: disturbi del sonno per le notti passate a chattare, dipendenza da internet, disturbi alimentari soprattutto per le ragazze. Speriamo che anche per loro l’estate aiuti a ritrovare il proprio percorso.