Covid, serve disinfettare la spesa? Più importante lavare spesso le mani

Le domande sul coronavirus. La nuova rubrica per rispondere ai dubbi dei lettori. Un modo per esaminare informazioni che a volte si rivelano bufale
1 minuti di lettura

UNA rubrica di Salute per rispondere ai dubbi dei lettori sul Covid. Un modo per esaminare notizie e informazioni che a volte si rivelano non corrette. Ecco una domanda arrivata alla redazione. Se avete qualche quesito scrivete a: salute@gedi.it

Domanda

Mia moglie si ostina a disinfettare con alcol tutti gli oggetti acquistati al supermercato. È una pratica corretta oppure, come penso, è un eccesso di prudenza irrazionale? Ci sono degli studi in merito?
Lettera firmata


Risposta

Sappiamo dopo più di un anno e mezzo di pandemia Covid-19, che la via prevalente con la quale il virus responsabile SarsCov-2 può trasmettersi ed infettare le persone è quella respiratoria. Il virus si trasmette infatti attraverso le goccioline emesse parlando, tossendo, starnutendo, cantando o anche attraverso la via aerea propriamente detta.


Ci sono numerosi studi a riguardo che lo confermano e del resto le misure di prevenzione come l'utilizzo di mascherine, il distanziamento di sicurezza, evitare gli assembramenti sono rivolte alla prevenzione di questo rischio.

La trasmissione del virus tramite oggetti inanimati è residuale

"Pur non potendosi escludere in linea teorica un potenziale rischio legato al contatto con oggetti in cui è presente il virus (ci sono stati soprattutto l'anno passato alcuni studi al riguardo), questa modalità di trasmissione è residuale, tanto che importanti istituzioni sanitarie internazionali l'hanno indicata come piuttosto infrequente. Per questo motivo è importante, soprattutto in questa fase in cui circola la variante delta molto più trasmissibile, mantenere un livello di guardia elevato per quel che attiene le misure di prevenzione della trasmissione per via respiratoria. Accanto a queste, non potendo escludere una possibile trasmissione per altre vie ed in particolare con il contatto con oggetti inanimati, è importante mantenere un'igiene rigorosa tramite un periodico e frequente lavaggio delle mani. Questo è sufficiente per assicurare un livello di protezione accettabile anche nei confronti ad esempio degli oggetti che si portano a casa" dice Roberto Cauda, professore ordinario di Malattie infettive all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Coronavirus, come lavarsi le mani: i consigli del ministero della Salute - videoscheda

Meglio non toccare gli occhi

Il periodico e frequente lavaggio delle mani, ricorda l'infettivologo, presuppone anche di ridurre il rischio di trasmissione e contagio nel caso in cui con le mani ci tocchiamo gli occhi o altre parti del viso. Se non igienizzate la mani potrebbero infatti essere potenzialmente infette.

Togliere la scarpe entrando a casa

Rientrano invece nell'ambito di norme di igiene generale altre consuetudini. "Arrivando a casa, è bene togliersi le scarpe", suggerisce l'infettivologo.