In centomila dal dentista per il ritocco, la lista 'salva' errori

In centomila dal dentista per il ritocco, la lista 'salva' errori
Interventi da 350 milioni l'anno. Uno su 10 non riesce nel modo sperato
1 minuti di lettura

Ogni anno un milione di italiani si sottopone a interventi di chirurgia odontoiatrica per inserire impianti, risolvere problemi gengivali, migliorare l'estetica della bocca. Ma uno su 10 non riesce nel modo sperato. Così, ogni anno, circa 100.000 pazienti devono tornare dal dentista. Per ridurre ulteriormente il rischio di errori, la check-list di sala operatoria per la chirurgia odontoiatrica si rinnova. I punti 'critici' da controllare prima, durante e dopo l'operazione, passano da 35 a 41 e verranno presentati al congresso della Società italiana di Parodontologia e implantologia (Sidp), in corso a Rimini.


Il ritocco dal dentista costa complessivamente 350 milioni l'anno: la seconda operazione comporta infatti nel 91% dei casi un aumento dei costi, oltre che del tempo e disagio per il paziente. La Sidp è stata la prima Società al mondo ad aver stilato, già nel 2014, una check-list adattata alla chirurgia orale, ovvero una lista di parametri tecnici da verificare, in modo simile a quanto fa un pilota prima del decollo dell'aereo.


Oggi la lista si rinnova, con un'attenzione alla fase di pianificazione, alla scelta dei biomateriali e alla sicurezza dei pazienti. "A far sì che circa il 10% delle chirurgie abbia esiti diversi dall'atteso - spiega Nicola Marco Sforza presidente SIdP - a volte non è un errore del clinico nell'esecuzione dell'intervento, quanto la mancanza di controllo di alcuni passaggi cruciali nella programmazione, preparazione e nel post operatorio. Con una migliore organizzazione e formazione è possibile ridurre la quota di insuccessi".


Un'indagine SIdP ha dimostrato che l'86% dei dentisti si è trovato a reintervenire almeno una volta su pazienti operati da colleghi di minor esperienza. "Spesso - spiega Maurizio Tonetti, past president SIdP - le complicanze non si verificano per un errore grave, ma per alcune piccole 'sviste' che la check-list aiuta a evitare, prendendo in considerazione tutti i momenti chiave dove è più probabile sbagliare". Al progetto hanno già aderito 120 professionisti che hanno ricevuto la certificazione 'Dentisti qualità e sicurezza SIdP'.