Vella: "Dal Covid alla poliomielite, così la guerra scatena le epidemie"

Feriti a Dnipro assistiti da Medici Senza Frontiere
Feriti a Dnipro assistiti da Medici Senza Frontiere (reuters)
L'infettivologo: "Non uccidono soltanto le bombe. E la storia insegna che la guerra è un terrificante motore per la diffusione di malattie infettive"
3 minuti di lettura

"Dalla peste all'influenza spagnola fino al colera e a numerose altre pestilenze. Se c'è una cosa che ci ha insegnato la storia è che la guerra è un terrificante motore per la diffusione di malattie infettive". È preoccupato Stefano Vella, infettivologo e docente di Salute Globale all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, di quelle che potrebbero essere le conseguenze sulla salute pubblica della guerra scatenata dalla Russia contro l'Ucraina.