Troppe prescrizioni ai malati Covid, aumenta la resistenza agli antibiotici

Troppe prescrizioni ai malati Covid, aumenta la resistenza agli antibiotici
Uno studio Usa su 271 ospedali mostra una crescita del tasso di resistenza. In Italia il caso Azitromicina: a gennaio nelle farmacie era andata a ruba
3 minuti di lettura

Troppi antibiotici prescritti ai pazienti Covid. Anche impropriamente. Tanti da far aumentare, durante la pandemia, i tassi di resistenza antimicrobica (Amr). È uno studio statunitense a confermarlo, presentato al congresso europeo di Microbiologia clinica e Malattie Infettive (Eccmid) di Lisbona.
La prassi arriva da prima del 2020: assumere antibiotici per combattere l'influenza. Il Covid non ha cambiato nulla, né quella pratica né la cattiva abitudine di fare un uso improprio di una classe di farmaci preziosissimi che ha cambiato il destino dell'umanità, debellando infezioni mortali.