Oncologi e pazienti insieme per migliorare la cura dei tumori

Saverio Cinieri, nuovo presidente AIOM, traccia gli obiettivi dei prossimi due anni: lavorare insieme ad altre società scientifiche, alle associazioni dei malati e alle Istituzioni per garantire a tutti prevenzione e assistenza
1 minuti di lettura

“Noi oncologi esistiamo perché esistono i pazienti: il centro di tutto sono i pazienti”. A parlare è Saverio Cinieri, nuovo presidente nazionale dell’Associazione italiana di oncologia medica. Che, per il suo mandato dei prossimi due anni, sottolinea l’importanza di collaborare con le associazioni dei pazienti: “Da soli siamo un gruppo di scienziati e di clinici che fanno studi. Con le associazioni di pazienti possiamo fare massa critica nei confronti delle istituzioni e delle agenzie regolatorie del farmaco. Tutti insieme per l’obiettivo finale, che è il controllo della malattia, la cronicizzazione o la guarigione. Dobbiamo fare in modo che questa collaborazione diventi strutturale. L’Italia è la patria dell'oncologia mondiale e questo non dobbiamo scordarlo mai”.