Tennis, a Torino si gioca il match della prevenzione

Tennis, a Torino si gioca il match della prevenzione
Dal 16 al 18 settembre, torna a Torino “Tennis&Friends” evento di promozione della salute delle donne e di stili vita corretti. Protagonisti l'associazione Incontradonna e Ospedale Mauriziano
1 minuti di lettura

Appuntamento con lo sport e la prevenzione dal 16 al 18 settembre a Torino, presso il Circolo della Stampa Sporting. L'evento è "Tennis&Friends" nell'ambito del quale verranno organizzate una serie di iniziative per la promozione della salute delle donne e degli stili di vita corretti. Sono coinvolti gli studenti delle scuole in moltissime attività didattico-ricreative appositamente pensate per loro da un team composto da medici specialisti, federazioni e partner sostenitori. Verrà distribuito materiale informativo ma soprattutto sarà possibile accedere gratuitamente a consulti e visite mediche per la prevenzione dei tumori femminili, nell'area "Salute della Donna", grazie alla Fondazione IncontraDonna (partner di Tennis&Friends) e agli oncologi e ginecologi dell'Ospedale Mauriziano Umberto I di Torino.

"L'alleanza con il mondo dello sport è a nostro avviso fondamentale contro il cancro - afferma Adriana Bonifacino, Presidente di Fondazione IncontraDonna - Va ribadito con forza la necessità di praticarlo in modo costante e fin da giovani per prevenire numerose patologie non solo oncologiche ma anche cardiovascolari, respiratorie, metaboliche e neurologiche. Un messaggio semplice che deve essere rilanciato soprattutto in questo momento nel quale gli stili di vita degli italiani sono peggiorati, anche a causa del Covid. Inoltre si rende necessario favorire anche la prevenzione secondaria, e quindi i programmi di screening in Italia, dopo i difficili anni della pandemia. Ringraziamo Tennis&Friends per averci individuato come partner strategico per l'evento di Torino e anche per quello che si terrà al Foro Italico di Roma dal 7 al 9 ottobre".

Tennis & Friends negli ultimi 10 anni ha promosso la prevenzione in tutta Italia. In totale ammontano a 137.500 le visite mediche gratuite offerte dal 2011 a oggi. Solo a Torino, durante la scorsa edizione del progetto, ne sono state svolte più di 2.000. "E' noto in quanto dimostrato da numerosi studi scientifici che l'attività fisica può contrastare l'insorgenza di molte forme di cancro - sottolinea Massimo Di Maio, Direttore della Oncologia Medica Universitaria dell'Ospedale Mauriziano e Segretario Nazionale dell'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) -. Lo sport poi aiuta a combattere il sovrappeso che è un altro fattore di rischio oncologico da non sottovalutare. Infine i controlli medici regolari, e più in generale l'attenzione ad eventuali sintomi del cancro, sono un'ulteriore arma a nostra disposizione. E' per noi quindi un onore e un piacere partecipare ad importante iniziativa che riesce a coinvolgere in ogni appuntamento migliaia di persone d'ogni fascia d'età".