Berlusconi ancora positivo al Covid vuole ritornare in ospedale. Il suo staff smentisce

Il tampone al quale si è sottoposto l’ex premier è ancora positivo. Il leader di Forza Italia non ha sintomi tranne, pare, spossatezza e un pò di depressione dopo il ricovero al San Raffaele

«Le notizie diffuse sono totalmente prive di fondamento. Il presidente continua il suo periodo di isolamento a casa, è comunque al lavoro, ha partecipato al Summit Ppe e oggi ha in programma diverse riunioni. Non ha mai chiesto nè desiderato - come è ovvio - di poter tornare in ospedale». Lo precisa una nota dello staff di Silvio Berlusconi facendo riferimento a notizie riportate da alcuni siti secondo i quali il leader azzurro, ancora positivo al Covid, avrebbe espresso desiderio di essere nuovamente ricoverato. 

In mattinata è emersa la notizia che Silvio Berlusconi è ancora positivo al Covid a quasi un mese di distanza dal contagio. A scriverlo Il Corriere della Sera, secondo il quale gli ultimi controlli a cui si è sottoposto il leader di Forza Italia, costantemente seguito dal professor Alberto Zangrillo, hanno evidenziato la permanenza della positività al coronavirus anche se l'ex presidente del Consiglio, secondo il quotidiano, avrebbe rassicurato familiari ed amici: «Non ho sintomi. Mi sento come un leone in gabbia».

Coronavirus, Berlusconi positivo al tampone: la villa di Arcore dove trascorrerà la quarantena

Berlusconi ha lasciato l'ospedale San Raffaele, dove era stato ricoverato, una decina di giorni fa per tornare a casa. Sta trascorrendo la quarantena nella Villa San Martino, in un isolamento quasi completo (con lui, nella residenza di Arcore, la compagna Marta Fascina). Il 29 settembre il presidente di Forza Italia compie 84 anni ma non sono state programmate feste né appuntamenti particolari, sia per limitare al minimo gli impegni sia per evitare qualsiasi possibilità di contatto.

Coronavirus, l'appello di Berlusconi: "Rispettate le regole, siamo tutti a rischio contagio"

Sempre in mattinata sembrava che la spossatezza e un pò di depressione post infezione da coronavirus (e l'isolamento nella villa di Arcore che non gli consente di incontrare nessuno) avessero spinto Berlusconi a chiedere di essere nuovamente ricoverato. Anche se, secondo il parere dei medici, non ci sarebbero gli estremi per un ritorno in corsia. Notizia smentita ora dal suo staff che ha precisato come il presidente di Forza Italia sia tranquillo e operativo da casa.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi