Le idee per la ripartenza alla prova del Recovery Plan

Si conclude con la due giorni di Torino (online dall’aula del Tempio della Mole Antonelliana) il viaggio nell’innovazione organizzato dalla Stampa con il gruppo Gnn. Un tour per scoprire l’«alfabeto del futuro» iniziato più di un anno fa da Livorno, e che, come tutti noi, ha dovuto fare i conti con la pandemia. In questi mesi, però, sono stati fatti approfondimenti e sono state raccolte idee e proposte che potrebbero aiutare ad individuare le rotte per la ripartenza. Rotte che adesso possono essere alimentate con solide basi economiche: i 209 miliardi di euro del Recovery Fund.

Con queste risorse le opportunità per la ripartenza sono tante. Due su tutte. La prima: un focus realizzato dal Censis per Confcooperative, mette in luce come la svolta green potrebbe portare entro il 2024 ad assumere 1,6 milioni di persone. La seconda: per l’Istat l’80% delle imprese è caratterizzato da un profilo tecnologico a basso livello di digitalizzazione mentre appena il 4,7% ha un livello elevato.

Nei giorni scorsi il governo ha approvato un piano per utilizzarli che per il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, sarà un mix tra investimenti e riforme. Il 40% dei fondi (83 miliardi), più del 37% che impone Bruxelles, riguarderà la transizione verde con investimenti massicci in risorse rinnovabili e sostegno allo sviluppo di nuovi settori, come l’idrogeno. Circa 15 miliardi serviranno a un vasto programma di efficientamento energetico, cablaggio e messa in sicurezza di scuole e ospedali. Per l’edilizia privata ci sarà l’estensione del superbonus 110%. Il 20% (42 miliardi) sarà invece destinato ai progetti sul digitale.

Protagonisti, link e orari
Nelle prossime settimane si conosceranno i dettagli di questi progetti ma l’intervista che il direttore de La Stampa, Massimo Giannini, farà domani alle 18 con il premier Giuseppe Conte (Alfabeto del futuro è on line su https://eventi-live.gedidigital.it), potrà servire per dare risposte alle tante richieste che arrivano da lavoratori, precari e anche del mondo dell’impresa. Prima toccherà a Carlo Messina, consigliere delegato e di Intesa Sanpaolo affronterà il tema della ripartenza dall’osservatorio della prima banca italiana.

Il viaggio tra le sfide del futuro riprende questa mattina alle 11 dal turismo, uno dei settori più colpiti dall’emergenza Covid, con le riflessioni di Chiara Francini attrice, scrittrice e conduttrice televisiva. Mario Tozzi, geologo affronterà i temi legati all’ambiente mentre l’immunologo Alberto Mantovani ragionerà su rischio di terza ondata e arrivo dei vaccini. Oggi pomeriggio a partire dalle 17,30 invece si parlerà di cibo con Davide Oldani, chef del Ristorante D’O, due stelle Michelin e di Intelligenza artificiale con Francesca Rossi di Ibm.

Domani mattina alle 11, invece, il viaggio dell’Alfabeto del Futuro proseguirà lungo le reti e le connessioni che, dopo l’emergenza Covid, avranno sicuramente un ruolo centrale nella ripartenza. Luca Ubaldeschi, direttore del Secolo XIX, ne parlerà con Giorgio Metta, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Marco Zatterin, vice direttore La Stampa, intervisterà l’economista Salvatore Rossi, presidente di Telecom Italia.

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi