In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Festival di Sanremo 2023, le pagelle della prima serata: super Mengoni, bene Ariete

marinella venegoni
1 minuto di lettura

Creato da

(lapresse)

ANNA OXA: “Sali” 

Voto: 6

Esposizione vocale da Olimpiadi, misteri concettuali sulla liberazione dell’anima. Sound kolossal. Ma c’è dell’algido in lei.

(ansa)

gIANMARIA: “Mostro”

Voto: 7

L’orchestra colora e scalda lui, il pop nuovo, il ritornello killer. Aria di sincerità, no banalità. Un po’ Vasco. Sarà la sorpresa?

(lapresse)

MR. RAIN: “Supereroi”

Voto: 5

Un po’ per Zecchino d’oro, con coro di bimbi e ali di angeli. Canta e rappa il bello del saper chiedere aiuto. Crescerà.

(ansa)

MARCO MENGONI: “Due vite”

Voto: 8

Incipit battiatesco, sommesso. Poi vocalità governata e stupefacente. Una Ferrari in corsa (peccato il testo ridondante)

(lapresse)

ARIETE: “Mare di guai”

Voto: 7

Lei ama lei e la invita a buttarsi malgrado gli squali. Profumo di Calcutta coautore. Freschezza, semplicità pop. W la libertà.

(ansa)

ULTIMO: “Alba”

Voto: 6

Un ragazzo che, dietro il suo pianoforte o al microfono, non delude mai. Fa da sé e fa quel che ti aspetti. Un bel rebus.

(lapresse)

COMA_COSE: “L’addio”

Voto: 5

Sono chic e intelligenti. Cantano di essersi lasciati e ripresi. Ma un po’ di stanchezza è rimasta nell’aria. Si rifaranno.

(ansa)

ELODIE: “Due”

Voto: 7

La ragazza dalle mille sperimentazioni si insinua con leggerezza in un complicato pezzo urban, da ballare, e vince.

(lapresse)

LEO GASSMANN: “Terzo cuore”

Voto: 5

In troppi hanno messo mano ai 3 cuori, Zanotti dei Pinguini fa la sua parte ma il buon Leo un po’ si perde. Creda in sé, di più.

CUGINI DI CAMPAGNA: “Lettere 22”

Voto: 5

Lieve sapore di Pooh, e la mano libera della Rappresentante di Lista. Pure qui sono troppi (ma belli da vedere con i Keytar)

GIANLUCA GRIGNANI: “Quando ti manca il fiato”

Voto: 6

Il perenne ritorno ai genitori di uno che ha 4 figli. Qui fa tenerezza, è ispirato e si sente rock

OLLY: “Polvere”

Voto: 6

Dal mondo di TikTok all’Ariston, fra tunz tunz e autotune. Spirito delicato, scrittura fresca, deve crescere e rinforzarsi

COLLA ZIO: “Non mi va”

Voto: 5

Un po’ più forgiati rispetto alla media esordiente, fanno sorridere e si agitano nel funk. Ma il testo è deprimente

MARA SATTEI: “Duemilaminuti”

Voto: 5

Firmatissima da Damiano David e dal fratello thasap, s’impappina nel genere sanremese. Ma ne uscirà

I commenti dei lettori