In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Kramaric (doppietta) trascina la Croazia e spegne i sogni del Canada fuori dal Mondiale

La gara vinta in rimonta 4-1: apre Davies, poi due reti dell’attaccante dell’Hoffenheim, Livaja e Majer stendono i nordamericani

ANDREA MELLI
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

(afp)

Un poker, in rimonta, per agguantare in vetta al girone il Marocco e per giocarsi (col vantaggio di un punto) la qualificazione agli ottavi nell’ultima gara del girone contro il Belgio. Sorride la Croazia che dopo lo 0-0 all'esordio col Marocco, ne rifila quattro al Canada che resta a quota 0 punti in classifica e che saluta con 90 ‘di anticipo il Mondiale.

E dire che il pomeriggio canadese era iniziato nel migliore dei modi, con la storica rete di Davies (la prima in un Mondiale) che dopo appena 68 secondi aveva aperto le danze di una gara finita poi, per il Canada, esattamente all’opposto. Con la Croazia che non affonda e che già sul finire di tempo si risolleva con le reti di Kramaric e Livaja.

Nella ripresa arriva quindi la doppietta personale di Kramaric, il migliore in campo, e il poker di Majer che nel recupero mette il sigillo finale ad un match già ampiamente chiuso.

Pronti-via e Davies che riscatta il rigore sbagliato contro il Belgio e che firma il primo storico gol del Canada ai Mondiali: cross di Buchanan e l’esterno mancino è perfetto nel colpire di testa e battere Livakovic.

Non ci sta la Croazia che al 26’ troverebbe il pari, ma la rete di Kramaric servito da Livaja è annullata per la posizione iniziale di Livaja. Ma dopo altri 10’ arriva il pari. Kovacic tocca per Perisic che a propria volta vede Kramaric: aggancio e pallone spedito alle spalle di Borjan sul palo lontano.

E ad un minuto dalla fine della prima frazione arriva anche il sorpasso. Juranovic imbecca Livaja, l’ex Inter calcia di destro di prima intenzione e fa 2-1 proprio prima dell’intervallo. È un colpo grosso per il Canada che nel secondo tempo di fatto non scendere in campo.

Prima di uscire dal rettangolo verde Kramaric (25’), assistito ancora da Perisic, firma la doppietta personale, e nel recupero Orsic (49’), a tu per tu con Borjan, appoggia per Majer che cala il poker.

I commenti dei lettori