In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Belgio spuntato anche con Lukaku, è fuori dal Mondiale: pari senza reti con la Croazia e il ct Martinez si dimette. Sorpresa Marocco, batte 2-1 il Canada e passa primo del girone

L’attaccante dell’Inter ha sbagliato almeno due gol clamorosi

Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Creato da

Prima clamorosa eliminazione ai Mondiali in Qatar: fuori il Belgio, che chiude terzo nel Gruppo F alle spalle del Marocco e della Croazia. Ai belgi serviva solo vincere contro la Croazia ma il match è rimasto bloccato sullo 0-0, con alcuni incredibili errori sotto porta negli ultimi minuti di Lukaku, entrato anche se non al meglio per 'salvare' la sua Nazionale, e che invece ha fallito almeno tre occasioni da gol. Nell'altro match il Marocco batte il Canada, 2-1, e si assicura il primo posto nel girone. Marocco e Croazia attendono ora agli ottavi le prime due del Gruppo E.

Il ct belga Martinez inserisce Mertens dal primo minuto per cercare subito il gol. Ma dopo appena dieci secondi è Perisic a sfiorare il palo con un gran tiro dal limite. La Croazia, finalista quattro anni fa in Russia, parte molto forte e nei primi minuti attacca a pieno organico, la difesa belga è in difficoltà. Il Belgio però si fa spesso pericoloso sulle ripartenze. Proprio su una di queste, al 13' arriva al tiro Mertens su assist di De Bruyne, ma il suo tiro a giro finisce largo. A metà del primo tempo il Belgio riesce a uscire meglio dalla propria metà campo, ma da qui a impensierire la difesa croata è un'altra storia: gli uomini di Martinez devono fare di più se vogliono avere una speranza di approdare agli ottavi. Al 41' è Mertens ad arrivare a un passo dal gol ma non riesce a impattare bene davanti alla porta croata.

Nella ripresa il ct belga tenta la carta Lukaku: la punta dell'Inter, non ancora al meglio, prende il posto di Mertens e appare come l'ultima speranza del Belgio per non salutare anzitempo il Mondiale. Al 48' proprio Lukaku arriva a colpire di testa da buona posizione ma il portiere croato blocca. Subito dopo è Curtois a tenere in vita le speranze dei belgi con una grande parata su tiro di Kovacic. Ma nel complesso la Croazia regge l'urto e anzi riprende in mano le redini del match. Al 60' occasionissima Belgio: azione insistita di Carrasco, il suo tiro si infrange su un difensore e sulla respinta Lukaku colpisce in pieno il palo. L'ultima mezz'ora è della Croazia, che dà l'impressione di controllare bene e rischiare solo quando arrivano palloni alti in area per Lukaku, che al 87' sfiora il palo e al 90' non riesce a mettere in porta di petto da pochi passi. Ma è troppo poco per i belgi, primi grandi esclusi da questo Mondiale.

Le dimissioni del ct Martinez
Nella conferenza stampa successiva al pareggio contro la Croazia, il ct del Belgio, Roberto Martinez, ha annunciato il suo addio ai Diavoli Rossi. «Dico addio alla nazionale, ed è una scelta che porta con sé tantissime emozioni», ha detto l'allenatore spagnolo che aveva preso in mano il Belgio nel 2016, portandolo fino alle semifinali del Mondiale 2018 in Russia, poi chiuso al terzo posto.

Marocco-Canada 2-1
Tra Marocco e Canada subito forti emozioni, con i marocchini che passano in vantaggio già al 4' con Ziyech. Meno di 20 minuti dopo, al 23', il raddoppio del Marocco con En Nesyri, che sembra già chiudere il discorso qualificazione per gli africani, vera sorpresa di questo girone. Al 40' però a riaprire i giochi, almeno per quanto riguarda questo match, ci pensa una sfortunata autorete di Aguerd, che intercetta un passaggio ma spedisce involontariamente la palla nella propria porta.

Nella ripresa il risultato rimane congelato, consentendo ai marocchini, complice il contemporaneo pareggio tra Croazia e Belgio, di chiudere il girone da primi, superando a sorpresa proprio le due 'corazzate' europee che sembravano favoritissime alla vigilia. Delusione Canada, che chiude con tre sconfitte a zero punti e lascia mestamente il Qatar.

I commenti dei lettori