In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Mauro Forghieri: "Ecco che cosa non va nella Ferrari. E su Alonso..."

L'ingegner Forghieri, un mito di Maranello e della Formula Uno, parla in questa videontervista della Ferrari e di che cosa, a suo dire, non ve nelle Rosse. E sul cambio del pilota, da Alonso a Vettel, esprime un'interessante quanto inaspettata opinione

Alessandro Taraschi
1 minuto di lettura

MANTOVA. Mauro Forghieri è un mostro sacro della Formula 1. L’ingegnere modenese è stato tra i principali artefici dei successi delle Rosse dagli anni Sessanta a metà degli anni Ottanta. Il suo primo titolo mondiale (piloti e costruttori) risale al 1963. Ne conquistò quattro (costruttori) anche tra il 1975 e il 1979 (3 piloti). Altri mondiali costruttori arrivarono nel 1982 e nel 1983, per un totale di 54 Gp vinti e 11 titoli mondiali (4 piloti e 7 costruttori). A lui si deve l’introduzione in F1 degli alettoni nel 1968 e di numerose altre innovazioni.

Mauro Forghieri: "Perché la Ferrari non va"

L’abbiamo incontrato al ristorante Aquila Nigra e gli abbiamo chiesto cosa ne pensi dell’attuale, durissimo, momento che attraversa la Ferrari e di che idea abbia della Formula 1 del nuovo millennio. Un punto di vista attento e perspicace, di chi è ancora innamorato delle Rosse e le ha sempre seguite con passione. Con un’interessantissima e inaspettata opinione sul cambio al volante tra Alonso e Vettel.

I commenti dei lettori