Il Giro Rosa nel Mantovano, trionfo dell'olandese Lucinda Brand

Lucinda Brand taglia il traguardo a braccia alzate

Ciclismo nella terza tappa della corsa rosa, dalle Grazie fin sulle colline prima del ritorno verso la città, la ciclista di Rotterdam si è imposta sulle italiane Valentina Scandolara ed Elena Cecchini

MANTOVA. E' l'olandese Lucinda Brand a trionfare nella tappa tutta mantovana del Giro d'Italia femminile. Sul traguardo di viale Te, dopo 130 chilometri che avevano visto le atlete partire dal Santuario delle Grazie, salire sulle colline Moreniche e tornare verso la città, l'atleta olandese ha preceduto le italiane Valentina Scandolara ed Elena Cecchini. Il podio è stato detereminato dalla volata del gruppetto di testa che era riuscito a staccarsi dal gruppo e guadagnare anche un cospicuo vantaggio durante la terza frazione della corsa.

Le foto del trionfo della Brand

I tweet sulla gara

In maglia rosa dal sagrato di Grazie è partita la campionessa americana Megan Guarnier (Boels Dolmans). L'attesa è tanta per questa terza tappa in cui vedere all'opera sulle strade virgiliane delle "Terre del Mincio", grazie al Parco del Mincio, le protagoniste della competizione internazionale più importante del calendario agonistico per il ciclismo professionistico femminle. Le 140 ragazze che da venerdì stanno animando la manifestazione che porta la firma del patron Giuseppe Rivolta si stanno dando battaglia  per confermare che lo sport delle due ruote femminile merita il massimo dell'attenzione.

Il video di presentazione dell'arrivo

Ciclismo: ecco il complicato finale della tappa mantovana del giro d'Italia femminile

Ieri (domenica 5 luglio) si è svolta sulle strade della Marca la seconda frazione e al termine della Gaiarine - San Fior di 121,500 km ad esultare per la vittoria è stata appunto Mega Guarnier, che si è imposta allo sprint sulle tre compagne di fuga. La frazione odierna, tutta proposta sulle strade dei comuni che fanno parte del Parco del Mincio e che costeggiano il fiume sia sul suo lato destro e sia su quello sinistro, sebbene sia la più lunga di quelle poste in programma sarà una ghiotta occasione perché siano le velociste a dire l'ultima parola.

Dopo la partenza da Grazie di Curtatone la carovana si è diretta verso le colline mantovane. Sul finire della prima parte, ovvero in località Pille di Monzambano, è posto il Gran Premio della Montagna mentre nella seconda porzione del tracciato (a Goito e a Bagnolo San Vito) saranno collocati due traguardi volanti.

In attesa che le atlete giungano sul rettilineo d'arrivo posto in Viale Te, si terrà nel medesimo contesto una competizione di primi sprint riservata ai giovanissimi. La competizione, coordinata dai dirigenti dell’Uc Ceresarese, prenderà il via alle ore 13.30 e lungo i circa 200 metri del rettilineo gareggeranno una sessantina di bambine e bambine. (g.b.)

Il percorso

Il percorso

PARTENZA

GRAZIE DI CURTATONE ore 12; Rivalta sul Mincio 12.04; Sacca di Goito 12.19; Volta Mantovana 12.28; Castellaro Lagusello 12.40; Pozzolengo 12.48; Ponti sul Mincio 12.53; Peschiera del Garda 12.57; Salionze 13.04; Pille di Monzambano 13.12; Borghetto di Valeggio 13.25; Pozzolo 13.36; Massimbona di Goito 13.45; Marsiletti 13.54; Soave di Porto Mantovano 14; Gambarara 14.08; Gombetto 14.09; Formigosa 14.27; Ponte Merlano 14.33; Barbasso 14.36; Garolda 14.38; Governolo 14.42; Bagnolo San Vito 14.54; San Biagio 14.57; Cerese di Virgilio 15.02.

ARRIVO

MANTOVA ore 15.11

Chilometri totali: 130

 

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

La guida allo shopping del Gruppo Gedi