Motocross, doppietta di super Febvre: Il Gp di Lombardia è suo

Gara mondiale al Migliaretto: il francese prenota il titolo. E Anstie trionfa in Mx2

MANTOVA. Spettacolo in pista, tribune gremite di spettatori e un’organizzazione che si è dimostrata eccellente. A trionfare al Gp di Lombardia sono Romain Febvre in MxGp e Max Anstie in Mx2, ma i veri vincitori sono il motoclub “Tazio Nuvolari” e il circuito “Città di Mantova”, che ancora una volta confermano come la nostra città sia più che degna di ospitare un evento come il Campionato del mondo di motocross, che ha portato in terra virgiliana il meglio delle ruote tassellate.

MXGP. Febvre (Yamaha) fa quello che gli riesce meglio nel fine settimana mantovano, il fenomeno, e trionfa nel Gp, allungando nel Mondiale (ora è a +101 punti da Paulin). Secondo posto generale per il belga Van Horebeek e terza piazza per il russo Bobryshev. Prima manche vinta di prepotenza, con una rimonta spettacolare e un gran duello con Bobryshev, e seconda letteralmente dominata, dal primo fino all’ultimo giro. In Gara 1 a scattare in testa sono l’australiano Dean Ferris e lo spagnolo Jose Butron, con Bobryshev terzo e un ottimo Bracesco in quarta posizione, mentre Nagl, che partiva in pole, scivola addirittura in ventesima posizione. I grandi favoriti Paulin e Febvre sono invece 4° e 5°.

Dopo pochi giri Bracesco cade e Philippaerts è costretto ad abbandonare la corsa per problemi fisici, così come il francese Frossard, che viene portato via in elicottero. Bobryshev passa Ferris e diventa il nuovo leader con Febvre alle sue spalle, mentre Paulin cade e si ritrova 7°. Tra il russo della Honda e il francese della Yamaha nasce un duello spettacolare, con traiettorie impossibili per entrambi i piloti. Dopo alcuni giri di lotta ai ferri di cavallo Febvre passa Bobryshev, non senza brividi, e taglia il traguardo per primo.

In Gara 2 Febvre parte terzo ma dopo pochi giri passa sia Van Horebeek che Simpson e vola in testa, fino alla fine. Dietro Van Horebeek si porta in seconda piazza con Simpson che resiste alla grande alla rimonta di Bobryshev e porta a casa un ottimo terzo posto. Sfortunato Paulin, attardato da un paio di cadute e 6° al traguardo, mentre Nagl scivola e chiude 10°.

Lo show del motocross al Migliaretto

MX2. Weekend perfetto per il britannico Max Anstie, che vince con una rimonta da campione la prima manche e domina dal primo giro la seconda, dopo la pole ottenuta sabato. Il leader del Mondiale Pauls Jonass è terzo ma conserva la tabella rossa con 4 punti di vantaggio su Tim Gajser, ieri secondo. In Gara 1 Anstie scatta davanti a tutti, con Jonass alle sue spalle assieme a Hsu e a Gajser. Ma al secondo giro accade l'inaspettato: Anstie cade e si ritrova 4°, con Jonass in vetta e Gajser al suo inseguimento. Ma il britannico infila una serie di giri veloci che lo riportano in terza piazza, con Gajser che si rifà sotto a Jonass. I tre in vetta si riavvicinano e nasce una sfida spettacolare, che esalta il pubblico. All’ottavo giro errore di Gajser, che si ritrova terzo, con Anstie ora secondo e deciso a riprendere Jonass. A sei minuti dal termine il capolavoro del britannico, che passa in volo il pilota della Ktm e si porta in testa, allungando fino al traguardo. Jonass chiude 2°, mentre Gajser è 3°. Gara 2 è un monologo di Anstie, che parte primo e non molla più la vetta. Jonass è secondo mentre al terzo posto c'è il sorprendente Paturel, con Gajser che cade alla prima curva ma rimonta alla grande, passando dal 10° al 4° posto. Con Anstie ormai lontano si scatena la bagarre alle sue spalle: Gajser passa sia Paturel che Jonass e chiude secondo, con il leader iridato 3°.

Nicola Artoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché il Rio sa di freschìn?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi