La Dinamica non fa drammi

Il ds Casalvieri: «Roseto è fortissima, perdere col minimo scarto può capitare»

MANTOVA. Una sconfitta di due punti chiusa con la palla in mano per tentare di vincere, o quantomeno pareggiare, è un ko che può rientrare nell’ordine delle cose, se maturata contro una squadra insidiosissima come Roseto. Principalmente per questo motivo in casa Stings giustamente non si fa alcun dramma: «Alla fine Roseto è una squadra che darà fastidio a molti - afferma il direttore sportivo Casalvieri - poi Borra ha fatto una super partita, e magari qualche decisione arbitrale che ci ha sfavorito anche se non sto dicendo che abbiamo perso per colpa dell’arbitraggio, ci mancherebbe. Noi venivamo da un tour de force di tre partite di fila, forse eravamo un po’ scarichi di tensione. Poi il fatto di non giocare in casa ci penalizza, senza comunque gran parte dei tifosi, anche se ci tengo a ringraziare i sostenitori più accesi che non sono mancati neanche a Verona. Di fatto abbiamo 6 punti dopo aver giocato una sola partita in casa. I ragazzi vanno comunque elogiati per l’impegno».

Dopo la domenica libera la squadra è tornata ad allenarsi nel pomeriggio di ieri con una seduta video ad anticipare il lavoro in palestra. I giocatori si alleneranno tutti i giorni di questa settimana, compreso sabato una volta arrivati a Chieti (la partenza è fissata alle 8,30). Domani a Poggio Rusco i biancorossi disputeranno uno scrimmage contro Cento, ore 17,30. Sabato la sconfitta è sicuramente stata la notizia peggiore della giornata, ma al termine della gara ne è arrivata un’altra: il servizio streaming che avrebbe dovuto trasmettere il match in diretta su Tv Pass della Lega Nazionale Pallacanestro non è mai iniziato nonostante tutte le apparecchiature fossero state portate al PalaOlimpia. La Lnp in questo momento sta ricostruendo quanto accaduto e in un secondo tempo deciderà se e come intervenire con un’eventuale sanzione alla Dinamica.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi