Prandi: «Sveglia Dinamica. E i tifosi ci stiano vicini»

Basket A2. L’appello del presidente per reagire dopo i tre ko di fila nei derby. Nel test di Cento arriva una vittoria per 85 a 72, domenica c’è Imola al PalaBam

MANTOVA. Mentre la squadra continua a preparare la delicata sfida contro Imola (ieri lo scrimmage contro Cento è terminato 72-85), tiene ancora banco la partita di Brescia e la disamina sotto più punti di vista del consigliere Berni.

Presidente Prandi, vuole approfondire quanto già detto?

«Le modalità in cui sono maturate le tre sconfitte filate hanno sollevato alcuni dubbi sugli equilibri tecnico-tattici e sull'aspetto motivazionale del team. La società ha obiettivi ambiziosi e pretende la massima professionalità e dedizione da parte di tutti, per rispetto degli sponsor, dei tifosi e dell'immagine degli Stings. Quindi fa bene Berni a richiamare alle proprie responsabilità staff e giocatori. Vanno sottolineate però anche decisioni arbitrali (sulla pagina Facebook gli Stings pubblicata l’azione “incriminata” con protagonista Cittadini, ndr), senza questi errori avremmo concretizzato una grande rimonta e potremmo giudicare con più serenità, anche se non vogliamo dare facili alibi alla squadra perché è inaccettabile partire da -20, ma è altrettanto evidente che la nostra società pretende rispetto ed equità di giudizio anche su campi come Brescia».

Berni ha dato una visione un po’ negativa della risposta della piazza.

«Scontiamo la grande differenza di tradizione sportiva in serie A ma è indubbio che la piazza stia dando sempre più importanti segnali di attenzione alla prima squadra e ai progetti del vivaio, anche la sensibilità delle istituzioni non è mai mancata. Il movimento sta crescendo, questa annata sarà fondamentale per misurare il radicamento dei rapporti con gli appassionati e con gli imprenditori, dove sempre più marchi del nostro territorio iniziano ad affollare il nostro parquet. Nello sport però nessuno può prescindere dai risultati».

Cosa farà la società nei prossimi giorni?

«Il messaggio che lanciamo alla squadra è quello di dimostrare il senso del sacrificio, della passione, in poche parole dell’attaccamento ai nostri colori ma contemporaneamente chiediamo a tutti i tifosi di stringersi intorno alla squadra che è in un momento di oggettiva difficoltà e ha bisogno come non mai di sentire intorno a se passione e affetto».

Leonardo Piva

©RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi