Corvezzo: «Io e Dondi? Oggi saprò dirvi di più»

MANTOVA. Se da un lato si lavora per far fronte alla crisi tecnica, in casa Mantova continuano anche valutazioni di altro genere sul fronte societario. Di Loreto e Musso, che hanno già in mano le...

MANTOVA. Se da un lato si lavora per far fronte alla crisi tecnica, in casa Mantova continuano anche valutazioni di altro genere sul fronte societario. Di Loreto e Musso, che hanno già in mano le procure a vendere dei soci romani per quanto riguarda le quote di maggioranza del club, non hanno ancora ripreso ufficialmente (cioè con atto notarile) in mano l’Acm. E questo perché nel frattempo sperano di trovare nuovi compagni d’avventura ai quali girare almeno parte di quelle quote. Nelle scorse settimane si erano avvicinati due imprenditori del centro Italia, poi spariti. Adesso invece Di Loreto comunica di avere «un appuntamento per discutere dell’eventuale ingresso di un fondo d’investimento che si muove nell’ambito dello sport». E la discussione ci sarà proprio questa mattina.

Insomma, non si è ancora arrivati al punto (auspicabile) in cui i soci bresciani si mettono l’anima in pace e decidono di andare avanti fino alla fine della stagione da soli: cercando magari di salvare la squadra il prima possibile, per poi avere il tempo di cercare compratori affidabili.

L’altro discorso in piedi per la cessione delle quote è quello con il mantovano Claudio Dondi, che dalla scorsa estate prova senza successo a entrare nell’Acm. Stavolta Dondi dice di avere al suo fianco l’ex presidente del Treviso e imprenditore vitivinicolo Renzo Corvezzo, il quale - interpellato dalla Gazzetta -, si esprime così: «In realtà non ne so nulla, ma in effetti Dondi lo conosco e mi ha detto che domani (oggi per chi legge, ndr) sarebbe venuto a trovarmi in azienda. Pensavo fosse per motivi di lavoro, invece evidentemente vuol parlarmi del Mantova. Lo starò a sentire e vedremo di che si tratta: la piazza è interessante e mi ci ero già avvicinato anni fa con Esposito, ma poi le cose non andarono come dovevano. Non sono comunque tipo che si nasconde: chiamatemi pure domani (oggi, ndr) e saprò dirvi di più».

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi