Il circus Sbk sbarca a Imola, Pata sarà il main sponsor

Motociclismo. L’azienda di Castiglione metterà il cappello sul Gran premio d’Italia Van der Mark e Lowes vogliono il podio, Pedercini punta forte su Hernandez

MANTOVA. Il mondiale Superbike sbarca in Italia e lo fa sullo storico tracciato di Imola: un appuntamento atteso da molti appassionati, pronti a recarsi in riva al fiume Santerno per assistere, da venerdì 11 a domenica 13 maggio, alle gare dedicate al campionato mondiale delle moto derivate dalla serie. La particolarità è che quest’anno l’evento è legato a doppio filo all’azienda castiglionese di snack Pata, che ne sarà main sponsor. Il Pata Italian Round (questa la denominazione ufficiale del GP) è infatti frutto dell’accordo tra Dorna World SBK, organizzatore del campionato, e l’azienda del patron Remo Gobbi, da anni vicina alle competizioni motociclistiche.

In Superbike ci sono già stati Gran Premi organizzati di concerto con Pata ma è la prima volta che succede in Italia, in quella Motor Valley emiliana in cui batte forte la passione per i motori. L'11 si inizierà con prove libere e qualifiche, sabato il clou sarà gara-1 della Superbike alle ore 13. Domenica la gara della Supersport 600 alle 11.30, gara-2 della Superbike alle 13, le gare di 300 e Superstock 1000 alle 14.20 e alle 15.15. Naturalmente la speranza per Pata è anche di poter celebrare, nella gara di casa, un risultato importante in pista. Le premesse ci sono, visto che in Superbike Pata supporta la formazione ufficiale Yamaha, in gara con l’olandese Michael Van der Mark, già tre volte sul podio, ed il britannico Alex Lowes, un podio ed una Superpole all’attivo. Manca la vittoria e chissà che Imola non porti bene. Pata è rappresentata anche nelle categorie minori: in Supersport 600 col campione del mondo Lucas Mahias e Federico Caricasulo, nella 300 con i giovani di Yamaha.

Naturalmente sarà il gran premio di casa anche per l’altro team mantovano impegnato nel Mondiale, il Pedercini Racing. La formazione di Cereta in Superbike punta tutto su Yonny Hernandez. Il colombiano ex MotoGP fin qui ha come miglior risultato l’11esimo posto di gara-2 in Thailandia. La speranza è di vederlo con la sua Kawasaki puntare alla prima apparizione in top ten. La formazione guidata da Lucio Pedercini è presente anche in Superstock 1000, dove schiera Gabriele Ruiu. Il giovane classe 2000 è reduce da un sorprendente settimo posto nell’ultimo round corsosi in Olanda e va a caccia di conferme su un tracciato che conosce molto bene.




 

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi