Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Governolese e Sporting Club, addio alla Coppa: «Ora pensiamo solamente al campionato»

Bresciani: «Troppo brutti per essere veri con la Casatese». Salvetti: «Siamo rimaneggiati e in condizione approssimativa»

MANTOVA

La prima domenica di settembre ha decretato la fine anticipata del cammino in Coppa per due delle nove formazioni che militano in Eccellenza e in Promozione. Domani sera San Lazzaro, Marmirolo, Castiglione, Castel d’Ario, Asola, Castellana e Casalromano si giocheranno il passaggio al secondo turno, calendariato per mercoledì 3 ottobre. Governolese e Sporting Club sono già libere di guardare esclusivamente al campionato, e per qualcuno via al dent via al dolor...



Marco Bresciani, timon ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANTOVA

La prima domenica di settembre ha decretato la fine anticipata del cammino in Coppa per due delle nove formazioni che militano in Eccellenza e in Promozione. Domani sera San Lazzaro, Marmirolo, Castiglione, Castel d’Ario, Asola, Castellana e Casalromano si giocheranno il passaggio al secondo turno, calendariato per mercoledì 3 ottobre. Governolese e Sporting Club sono già libere di guardare esclusivamente al campionato, e per qualcuno via al dent via al dolor...



Marco Bresciani, timoniere della Governolese che ha dovuto capitolare a Casatenovo contro la Casateserogoredo, ancora fatica a rendersi conto delle reali motivazioni per le quali la squadra vista contro il Legnano sette giorni prima sia apparsa abulica in tanti, troppi suoi effettivi contro i rivali lariani: «Diciamo che forse questo ci può proprio portare a capire che in effetti può essere stata una giornata storta - spiega il tecnico rossoblù - perchè nemmeno per pochi minuti si è vista una Governolese pronta a dare il meglio contro un avversario che non era affatto all’altezza del Legnano e che ci ha superato solo nell’ultima parte della partita».

Il mister tira le orecchie ai suoi Pirati: «Ci tenevamo all’impegno di Coppa, eccome - sottolinea Bresciani - avevamo preparato il match come facciamo sempre e c redevo che avremmo potuto conquistare un risultato positivo. Ma la Governolese in campo non era la solita». Il tecnico ci tiene a ribadire come la ricerca della continuità anche sotto l’aspetto psicologico sia un fatto prioritario per la Governolese in vista della trasferta di domenica in casa dell’Albinogandino: «Non mi ero esaltato dopo il bel pareggio contro il Legnano, non mi abbatto per questa prestazione a Casatenovo. Dobbiamo continuare a lavorare e preparare al meglio il confronto d’avvio in campionato, convinti che abbiamo i mezzi e le possibilità per muovere la classifica sin dai primo 90’». In terra bergamasca dovrebbero essere a disposizione tutti gli effettivi, ad eccezione di Mariani.



Alla lettura dei gironi di Coppa Lombardia di Promozione i dirigenti dello Sporting Club avevano messo subito in conto l’eventualità di uscire alla svelta dalla manifestazione, come peraltro è sempre capitato negli ultimi dieci anni al team di patron Devis Cavagna: «Se non consideriamo una stagione in Terza categoria - dice il vice presidente Federico Salvetti - nella quale ci capitò di accedere alla fase regionale e giocare a Pavia contro la Certosa possiamo dire che la Coppa per noi è sempre stata tabù. Questa volta eravamo alle prese con due squadre candidate a un ruolo di grandi protagoniste nel campionato come Castel d’Ario e Vighenzi Padenghe: noi, per di più, avevamo assenze per motivi personali, squalifiche e infine l’infortunio al ginocchio di Viola ha finito con il crearci non pochi problemi per cercare di fare bene in Coppa. E così è stato».

Due partite, due sconfitte, zero gol fatti e cinque subìti ma non per questo lo Sporting Club archivia un’esperienza disastrosa, anzi qualcosa di positivo è emerso e va approfondito: «La condizione fisica non può essere delle migliori a questo punto della stagione - dice Salvetti - è comunque chiaro che alcuni esperimenti hanno funzionato e torneranno senz’altro buoni nel corso della stagione. Ora cerchiamo di prepararci bene per il derby di domenica ad Asola, tenendo conto che mancherà ancora Viola, che Beggi è squalificato e che la presenza di Guidi è ancora in forse». —