Il presidente nazionale Cattaneo alla festa della Fipav mantovana

La tradizionale sfilata delle squadre dominatrici della scorsa stagione, Belladelli orgoglioso dei grandi numeri col cruccio del settore maschile 

MANTOVA. Un Auditorium di via Luzio non proprio tutto esaurito ha fatto da teatro, come da tradizione, alle premiazioni della pallavolo mantovana. Un evento che è stato aperto dal presidente virgiliano Giorgio Belladelli.

«Con 44 società affiliate, di cui 38 attive - ha esordito - abbiamo 300 squadre partecipanti a campionati e tornei. Si sono disputate ben 1.600 gare e di questo ringrazio gli arbitri e i designatori per il grande lavoro fatto». Poi l’attenzione è passata sul numero dei tesserati della sezione mantovana della Fipav: «La stagione scorsa abbiamo avuto 2.381 atlete a fronte, purtroppo, di solo 714 maschi. Numeri abbastanza incoraggianti per una provincia piccola come la nostra. Abbiamo anche messo in pieni molte manifestazioni anche grazie al grande lavoro dei miei collaboratori. Ringrazio poi chi mi ha preceduto, Ernesto Torre, che ancora mi aiuta tantissimo».

Quindi il ritorno all’argomento che lascia l’amaro in bocca: «Il settore maschile è ancora scarso. Faccio un appello alle società per il reclutamento: anche se c’è un solo ragazzo, portatelo al minivolley che nel progetto S3 ha trovato un buon incentivo. Dal canto nostro, come Comitato, sono contento del successo del torneo 3 contro 3 che siamo riusciti a organizzare con 9 squadre. Faccio infine un in bocca al lupo a tutti per la nuova stagione, rallegrandomi del buon inizio che hanno avuto anche le nostre squadre a livello regionale e nazionale».

Ha preso poi la parola il presidente nazionale Cattaneo: «I comitati provinciali sono la spina dorsale del nostro movimento che si fonda sulla grande passione. ‘Miracolo volley’ è il titolo di una nostra recente pubblicazione che ben sintetizza il concetto: ormai senza contributi, è la passione che muove il nostro mondo che è il secondo in Italia quanto a numeri». Uno sport che nelle ultime settimane ha catalizzato una grande attenzione per le due rassegne iridate.

«I recenti Mondiali maschili in Italia sono stati un successo strepitoso - riprende Cattaneo - con vendite record di biglietti e ascolti record in tv. E sono stati ben organizzati tanto che la federazione internazionale spinge perché ospitiamo altri eventi. I ragazzi hanno chiuso quinti e le ragazze, poi in Giappone, seconde. Grandi risultati e lo dico mentre vedo qui in platea una campionessa del mondo, Manuela Leggeri (allenatrice a Rivalta, ndr)». Quindi, l’analisi sulla crisi del maschile: «Caro presidente Belladelli, ti lamenti per il rapporto 3 a 1 tra femminile e maschile? In Olanda è 7 a 1. La Fipav comunque si sta muovendo, abbiamo anche stanziato 300 mila euro proprio per incentivare il maschile». Al suo fianco, altri ospiti, i consiglieri nazionali Fipav Francesco Apostoli e Pino Mazzon nonché il delegato provinciale del Coni Giuseppe Faugiana. —


 

Video del giorno

Foggia, la gioia di Francesca per i primi passi con l'esoscheletro bionico con cui può tornare a camminare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi