Frati carica il Viadana: «Voglio carattere per battere Rovigo»

Allo Zaffanella big match contro una delle rivali storiche. Fuori Andrea Denti e Guillemain, Apperley torna estremo

VIADANA. Una sfida simbolo del rugby italiano che metterà in palio punti chiave nella corsa playoff. Viadana-Rovigo è questo e molto altro. L'appuntamento è fissato per l'1 dicembre alle 15 allo Zaffanella. Per i gialloneri di Filippo Frati è uno snodo chiave, considerata la volontà di centrare uno dei primi quattro posti a fine stagione. Una vittoria sarebbe un vero toccasana per la classifica. I

l turno propone, infatti, due scontri diretti ad alta quota, con quattro delle prime cinque in graduatoria che si sfideranno tra di loro. Prima di correre a vedere il risultato finale di Petrarca-Valorugby e Mogliano-Calvisano e fare calcoli, però, sarà fondamentale tornare al successo. Non raccogliere il bottino pieno, infatti, complicherebbe maledettamente i piani in casa Viadana.

L'inatteso ko con il Valsugana è alle spalle, i gialloneri sono pronti a dare battaglia in uno Zaffanella che è risultato quasi sempre un fortino in questo avvio di campionato. «Siamo contenti di come tutto l’ambiente abbia reagito al risultato negativo di Padova contro il Valsugana - spiega coach Filippo Frati, ex di turno - Sappiamo che abbiamo lasciato punti importanti ma è una sconfitta che non preclude nessuno degli obiettivi che ci siamo dati ad inizio anno. Ci aspettiamo una grande risposta sotto il piano del carattere da parte di tutti i ragazzi. Confido nel calore dei nostri tifosi».

Rovigo, dopo un avvio di torneo non facile, è in ripresa, come testimoniato dal successo strappato a Calvisano nell'ultimo turno. «Rovigo ha cambiato modo di giocare rispetto all'anno scorso, è una squadra a cui piace muovere la palla da ogni zona di campo». Da Rovigo parla il tecnico Umberto Casellato. «Viadana è una squadra forte e ha un allenatore di esperienza. Pippo Frati ha sicuramente preparato la partita nei minimi dettagli. Dovremo stare attenti e concentrati al massimo». Quattro i cambi di formazione rispetto al ko di Padova con il Valsugana. Due sono obbligati causa infortunio.

Proprio nel match del Plebiscito, infatti, Andrea Denti e Guillemain hanno accusato problemi alla spalla. Al loro posto dal 1' Moreschi e Chiappini. Apperley, al rientro dopo un'assenza dovuta a motivi personali, si riprende il suo ruolo di estremo, con Spinelli che passa all'ala. A farne le spese è Tizzi, che scivola in panchina. Cambia anche il tallonatore, con Ribaldi al posto di Silva. Recuperati Pavan, in panchina, e Amadasi, non convocato per scelta tecnica. Ancora out per infortunio il grande ex Ruffolo.

Viadana. 15 Apperley, 14 Bronzini, 13 Menon, 12 Ormson, 11 Spinelli, 10 Di Marco, 9 Gregorio, 8 Tupou, 7 Ferrarini, 6 Moreschi, 5 Chiappini, 4 Devodier, 3 Brandolini, 2 Ribaldi, 1 Denti Ant. A disp.: Silva, Breglia, Garfagnoli, Gelati, Ghigo, Bacchi, Pavan, Tizzi. All.: Frati.

Rovigo. 15 Cioffi, 14 Angelini, 13 Majstorovic, 12 Van Niekerk, 11 Odiete, 10 Chillon, 9 Piva, 8 Halvorsen, 7 Lubian, 6 Vian, 5 Ferro, 4 Cicchinelli, 3 D’Amico, 2 Momberg, 1 Brugnara. A disp.: Cadorini, Rossi, Pavesi, Canali, Parolo, Mantelli, Visentin, Venco. All.: Casellato.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi