Mirandola: «La mia River può centrare il miracolo»