La Boari ai mondiali puntando ai Giochi

L’azzurra in Olanda per il pass per le Olimpiadi di Tokyo: «È la prima chance, coglierla subito sarebbe tanta roba»

MANTOVA. Parte lunedì la caccia alle Olimpiadi di Lucilla Boari. L’azzurra del tiro con l’arco la settimana prossima sarà infatti in pedana ai mondiali in Olanda, prima occasione di qualificazione ai Giochi di Tokyo 2020. E che occasione. Centrando infatti i quarti di finale iridati nella gara a squadre, l’Italia si qualificherebbe automaticamente ai Giochi per la gara a squadre, quella individuale e quella del mixed team (un uomo e una donna), gara che farà il suo esordio nel programma olimpico.

«In effetti, è l’occasione più importante - esordisce la portacolori delle Fiamme Oro e degli Arcieri Gonzaga - perché assegna tutti i posti disponibili. E conquistarli subito tutti sarebbe tanta roba». Quattro anni fa Lucilla agguantò il biglietto per Rio de Janeiro giusto poche settimane prima alla prova di Coppa del mondo di Antalya, in Turchia. E poi dal Brasile arrivò un fantastico quarto posto a squadre, accarezzando il sogno di una medaglia olimpica. Centrare il pass già un anno prima significherebbe maggior tranquillità e possibilità di programmare meglio la marcia di avvicinamento alla seconda esperienza olimpica. Ma sarà dura, vista la concorrenza. «Ci sono in effetti tante squadre che possono ambire a entrare nei quarti di finale - afferma la 22enne rivaltese -. Oltre alle solite Corea del Sud, Cina, Taipei e Russia, molte sono cresciute tanto come Turchia, Francia e Spagna».


Ma l’Italia di certo non starà a guardare, come ha certificato la prima tappa della Coppa del mondo di inizio maggio a Medellin (Colombia) dove la Boari ha colto l’argento a squadre insieme alle solite Vanessa Landi (Aeronautica Militare) e Tatiana Andreoli (Iuvenilia). Un secondo posto prestigioso dietro alle quasi inavvicinabili sudcoreane. «La Coppa è andata bene - annuisce Lucilla -. Ci siamo certamente anche noi, anche se ogni gara fa storia a sè ed è sempre una questione di gestione della tensione, soprattutto nei momenti cruciali della gara».

Con i mondiali olandesi che si chiuderanno domenica prossima nell’impronunciabile città di ’s-Hertogenbosch, la tiratrice mantovana inizia un vero e proprio tour d’Europa. Lunedì 17 giugno la Boari tornerà in Italia per poi ripartire subito il giorno dopo alla volta di Minsk, capitale della Bielorussia, per i Giochi europei che metteranno in palio un solo pass per Tokyo 2020, quello per la gara mixed. —




 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi