Oleari va al Guastalla Motti e Maccari, è fatta con il Castel d’Ario