Contenuto riservato agli abbonati

Fattori: «Gabbiano ok ma molte altre squadre si sono rinforzate»

Il presidente del Top Team: «Scanzorosciate, Mirandola Ongina e Valtrompia su tutte». Giovani: accordo con Porto?

CERESE. A una settimana dal raduno del suo Gabbiano (il 26 agosto alle 18.30 all'Oasi Boschetto), il presidente del Top Team Paolo Fattori guarda fiducioso al torneo di B che scatta a ottobre e che nelle intenzioni di società e sponsor dovrebbe rappresentare finalmente la stagione del rilancio.

L'organico è completo da alcune settimane (anche se il reintegro di Michele Resta quale quarto centrale e giocatore n.14 alle dipendenze di coach Guaresi è novità dei giorni scorsi), girone e calendario sono già stati sfornati: in attesa del responso del campo è tempo di abbozzare qualche velata previsione.

«Sono certo che abbiamo allestito una buona squadra - rilancia il numero 1 del club -. Il problema è che lo hanno fatto anche diverse nostre rivali, su tutte Scanzorosciate, Ongina, Mirandola e Valtrompia. Anche il neopromosso Viadana può vantare probabilmente un sestetto competitivo come non aveva da anni. Insomma, è un girone complicato. Non ci sono trasferte lunghe ma parecchie avversarie forti. Ho comunque la certezza che siamo competitivi e grazie a una panchina lunga possiamo contare su diverse soluzione in tutti i reparti. All'esordio, contro l’Anderlini, avremo subito un esame molto probante».


Tra gli aspetti che rallegrano Fattori quello tutt'altro che trascurabile di aver abbassato l'età media della rosa: «Tolto Giglioli, l'organico è stato decisamente ringiovanito. Tuttavia, possiamo contare su elementi di qualità e di prospettiva. Poi da qui a vincere il girone ce ne passa... Noi però ce l'abbiamo messa tutta per creare i migliori presupposti possibili. Non dimentichiamo che Cordani è da anni tra i più forti schiacciatori-ricevitori di categoria, che Peslac è una garanzia in più zone del campo e che anche per l'opposto Amouah abbiamo ricevuto ottime referenze. E' un atleta molto fisico, che ama giocare palle veloci. Saprà stupire».

Intanto nelle ultime settimane non si è sbloccata la spinosa questione del settore giovanile gestito dalla Polisportiva Virgilio per conto del Top Team. «Non c'è stato alcun riavvicinamento - spiega Fattori -. A giorni avremo degli incontri decisivi per capire se ci sono possibilità che un progetto prenda corpo». Una delle ipotesi è che il Gabbiano possa incontrare le esigenze del Porto e viceversa: l’Ngs fa attività agonistica solo con le ragazze (in B2 con la prima squadra) ma ha messo in piedi una corposa attività di minivolley maschile che nel giro di 2-3 anni potrebbe dar vita alle categorie Under 14 e 16. Non sarà semplice cominciare da zero ma si tratta di un passaggio annunciato e ormai necessario.

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi