Gabbiano può esultare col 3-1 in Valtrompia, derby amaro per Èpiù

Il sestetto di Guaresi si riscatta e conquista la vittoria. I viadanesi costretti alla resa al tie break dal Busseto

BOVEZZO (Brescia). Il Gabbiano Mantova riscatta l'opaco esordio battendo in trasferta il Valtrompia in quattro set. Sfida equlibratissima quasi fino in fondo, con i primi tre parziali decisi con il minimo scarto di punti, due dei quali ai vantaggi: solo nel quarto la panchina lunga mantovana permette di chiudere il confronto ed evitare i guai del tie-break. . Coach Gianantonio Guaresi ripresenta il sestetto che aveva iniziato con l’Anderlini Modena: il recuperato Peslac opposto al palleggiatore Sasdelli, Giglioli e Bussolari centrali, Squarzoni e Cordani in banda, con Trentin libero.

Il Top Team parte con la giusta carica e la necessaria concentrazione, si garantisce un piccolo tesoro in avvio (8-6 e 16-13) che difende sino al traguardo (25-23 passando da 21-19). Il colpaccio però il sestetto mantovano lo confeziona nel secondo parziale, vinto 26-24 recuperando da 8-18, grazie anche agli inserimenti di Pedroni, Amouah e Gola, rispettivamente per Sasdelli, Peslac e Cordani. Con il sestetto rivoluzionato da chi ha saputo realizzare la rimonta, il Gabbiano paga lo sforzo però nel terzo, perduto ai vantaggi (24-26) dopo la risalita da 11-16 e 17-21. Guaresi cambia ancora: dentro Cordani per Squarzoni (buona comunque la prova di entrambi) e quarto set condotto in scioltezza (da 16-9 a 25-19) per il 3-1 conclusivo.


A Sorbolo invece l'Èpiù Viadana si fa sorprendere nel derby dal Busseto e si deve solo accontentare di muovere la classifica. Gara dall'andamento piuttosto strano: due parziali ceduti di misura dai rivieraschi (il primo e il quarto, appannaggio dei parmensi per 25-23) e due letteralmente dominai (il secondo - 25-14 - e il terzo - 25-15). Come spesso accade il set decisivo premia chi è rimasto attaccato alla partita con i denti, nel caso proprio Busseto, che sfrutta un paio di break dall'8-7, issandosi al decisivo 15-11. Oltre al lungodegente Bassoli il tecnico dell'ÈPiù Panciroli ha dovuto rinunciare ad Allesch, out per un problema burocratico. Bene in casa viadanese gli schiacciatori Grassi e Bertoli; il ko al debutto con una delle rivali per la salvezza ha l'amaro sapore della beffa.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi