Rugby, Viadana testa e cuore e il Piacenza va al tappeto

Buona la prima allo Zaffanella, Casado Sandri è il migliore. Cinque mete per i gialloneri. Ed ora la sfida con Mogliano

viadana. La prima stagionale allo Zaffanella di Top12 è dolce per l'Im Exchange Viadana. Un battagliero Lyons Piacenza si arrende 31-22 al termine di una gara che ha visto i gialloneri confermare la buona impressione destata nelle uscite precedenti. Il gruppo inizia ad amalgamarsi e a mettere in pratica i dettami di Jimenez. Talento, volontà e freschezza sembrano non mancare e i tanti giovani, supportati da elementi di esperienza già decisivi, crescono gara dopo gara. Niente trionfalismi, ma la speranza di vivere una stagione meno avara di soddisfazioni inizia a farsi viva.. Viadana si dimostra cinico in avvio e alla prima incursione dentro i 22 avversari marca la prima meta con il centro argentino Finco, arrivato nel momento giusto in sostegno ad Apperley. Ceballos trasforma.

Dopo pochi minuti arriva la risposta dei bianconeri con l’ala Capone, meta trasformata dal francese Guillomot. La parte centrale della prima frazione è il momento più difficile per il Viadana. I gialloneri vanno sotto con la meta di Via, non trasformata da Guillomot, ma hanno la forza di reagire subito. Serve l'esperienza dei più navigati. A trascinare il gruppo è il numero 8 Casado Sandri, che a fine gara sarà man of the match. Mischia nei 22 piacentini e tuffo in mezzo ai pali per l'argentino.

Ceballos trasforma facilmente e ragazzi di Jimenez sono di nuovo avanti. Dopo soli 4' ecco la terza meta per l’Im Exchange Viadana. Una meta che è un capolavoro di Spinelli, capace di partire dalla propria area di meta, evitare placcaggi in serie e, dopo un'incredibile cavalcata per tutto il campo, passare l'ovale ad Apperley. L'estremo realizza e il margine si amplia. Al 35’ i Lyons guadagnano tre punti con un calcio di punizione ma poco dopo ecco la quarta segnatura giallonera. A seguito di una touche, il pacchetto degli avanti va in meta con una trascinante maul. Garziera schiaccia l’ovale e Ceballos trasforma. Si va al riposo sul 28-15, risultato prezioso.


Nella ripresa cambia poco. Ceballos aggiunge tre punti dalla piazzola, poi Guillomot va in meta e trasforma. Finisce 31-22 per i ragazzi di Jimenez, che portano a casa cinque punti davvero preziosi. Ora il calendario regala la delicata trasferta di Mogliano, domenica alle 15. I veneti sono a punteggio pieno anche grazie ad un calendario non impossibile, che ha messo loro di fronte Lazio e Colorno, formazioni destinate a lottare per la salvezza e ancora a bocca asciutta. Servirà, però, attenzione, visto il valore dei prossimi avversari, guidati sul rettangolo verde dall'ex capitano giallonero Brian Ormson. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi