Il Kaos ha la rimonta nel Dna: 2-2 con il quotato Catania

A riportare in equilibrio il risultato nella ripresa sono Parrel e Leleco

MANTOVA. Ennesima rimonta stagionale per il Kaos Mantova, che riprende il Meta Catania sul 2-2 al NeoLu (il 9 novembre). A sbloccare la contesa sono i siciliani con Musumeci. Il Kaos reagisce nel modo giusto e costruisce buone opportunità. Dimas fallisce solo davanti al portiere l’occasione più ghiotta.

Quando il Catania riparte, però, fa paura. Ci vuole un super Ricordi per non rendere più pesante il passivo. I biancorossi sembrano poter impattare il match, ma è ancora Musumeci, al quale viene lasciato molto spazio, a trovare il raddoppio con un violento diagonale rasoterra. La partita si apre, con continui capovolgimenti di fronte.

All’intervallo si va, però, con il Meta Catania avanti di due reti e con un Kaos Mantova costretto ad inseguire. Un copione già visto in questa fase del campionato. Nella ripresa accade quello che tutti attendono. Il Kaos spinge alla ricerca della rete che potrebbe riaprire il match, mentre il Catania riparte sempre pericolosamente.

Le occasioni fioccano, fino all’ingenuità di Dalcin. Il giocatore ospite, già ammonito, non rispetta la distanza su una punizione e si becca il secondo giallo. Il Meta resta in quattro e il Mantova ne approfitta subito. Suggerimento di Cabeça per Parrel che non sbaglia.

Il Catania accusa il colpo e i ragazzi di Milella vanno all’assalto a caccia del pareggio. Il fortino siciliano resiste, con i biancorossi che ci provano in ogni modo. Perez veste i panni dell’assoluto protagonista e respinge ogni tentativo. Parrel si trasforma in portiere di movimento, l’ultima carta di mister Milella. Mossa azzeccata, perché Leleco trova la rete del pareggio. Nel finale Perez e il palo negano a Parrel il gol vittoria.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi