Il Kaos distrugge il tabù: primo successo esterno in casa dell’Arzignano

Gara sempre controllata dai biancorossi, doppietta di Parrel. Di Bueno la rete che sblocca il risultato, sabato c’è il Padova

ARZIGNANO (VICENZA). Prima vittoria esterna della sua storia nella massima serie per il Kaos Mantova, che passa 3-1 nell'impianto del Real Arzignano e conquista tre punti d'oro, cancellando il ko interno con Avellino. Partita sempre in controllo per i biancorossi, assoluti padroni del campo. Nel Kaos sono fuori causa gli squalificati Kytola e Salas, con Mateus a mezzo servizio per il problema alla caviglia. In panchina non c’è Milella, fermato dal giudice, tocca al vice Luongo. . Nella prima frazione i biancorossi controllano la gara senza patemi, affondando il colpo in due occasioni. Dopo una fase di studio, è il Kaos a costruire le prime opportunità prima della rete del meritato vantaggio. Perfetta palla filtrante di Dimas sulla quale irrompe Bueno, che calcia violentemente sotto l’incrocio dei pali. I veneti provano a farsi vedere con qualche ripartenza, ma Ricordi è attento nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa.

Questione di minuti e il Mantova raddoppia. Lancio dalle retrovie e Cabeça dà il pallone di testa all'indietro all'accorrente Parrel. Fucilata nell'angolino e Arzignano a terra. Nel finale di tempo vicentini a caccia del primo gol, ma biancorossi attenti e tranquilli. La ripresa si apre con i veneti più determinati, ma l’occasione clamorosa è per Leleco, che centra in pieno la traversa con un missile dalla distanza. Arzignano torna in gara con un pizzico di fortuna. La staffilata di Amoroso viene deviata da Gabriel e beffa Ricordi. I padroni di casa ci credono e provano a mettere pressione ai biancorossi. Il Kaos si difende con ordine, poi una magia di Parrel, che salta Pozzi e insacca, permette al Mantova di allungare ancora. Finisce 3-1 con i biancorossi in trionfo.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi