Orgoglio Im Exchange Viadana: travolto il Calvisano campione

Gara perfetta per i gialloneri che risorgono dopo sei sconfitte in sette gare  Errori al minimo nel derby allo Zaffanella: finisce 13-3 nonostante due gialli 

VIADANA. La gara perfetta nel pomeriggio più atteso. Un Im Exchange Viadana superlativo in difesa, concentrato per 80’, aggressivo e capace di limitare al minimo gli errori, supera 13-3 nel derby il Calvisano allo Zaffanella. Prestazione impeccabile dei gialloneri di casa, che concedono davvero poco alla formazione bresciana, di fatto mai in partita. Più che i demeriti degli avversari, è doveroso sottolineare la grande risposta del Viadana. . Dopo sei sconfitte in sette gare e con una situazione di classifica tutt’altro che rosea, i ragazzi di Jimenez hanno affrontato senza timori reverenziali i campioni d’Italia in carica, tenendo sempre il controllo dell’ovale, colpendo nei momenti giusti e allungando nel punteggio anche in inferiorità numerica.

Il risultato sono punti d’oro in graduatoria e lo scalpo di una delle corazzate del campionato, rivale storica dei viadanesi. Una vittoria che si spera possa rappresentare una svolta, per un cambio di passo che potrebbe portare i gialloneri lontani dalle zone a rischio nelle prossime giornate. In arrivo c’è il trittico San Donà-I Medicei-Lazio. Sulla carta rivali alla portata, soprattutto se affrontati con il piglio visto ieri.


Come annunciato, Jimenez lancia Apperley mediano di apertura e sposta Ceballos al centro, mossa che si rivelerà azzeccata. Ci si aspetta un Calvisano arrembante, ma succede l’esatto opposto. Il Viadana parte a mille. Giocata intelligente di Apperley per Ceballos, l’argentino buca la retroguardia avversaria e va in meta. Trasformazione a segno e dopo pochi minuti è già 7-0. I bresciani rispondono con un piazzato di Pescetto. Saranno gli unici punti di giornata.

Viadana difende alto con grande aggressività e manda in confusione i bresciani, mai pericolosi. Peccato solo per qualche difficoltà di troppo in touche. Calvisano non guadagna metri e minuto dopo minuto sparisce dal campo, con i ragazzi di Jimenez che capiscono di poter osare e schiacciano gli ospiti. Nella parte centrale di tempo Viadana staziona nei cinque metri avversari, sfiorando la meta più volte. Alla fine è calcio, ma Ceballos sbaglia. La vivacità dell’argentino crea comunque molti grattacapi alla formazione di Brunello.

In campo tanto agonismo, con le squadre che si affrontano dando vita ad una gara divertente. Apperley prova senza fortuna il drop, poi nel finale Susio spintona e manda a terra Souare a gioco fermo ma non viene sanzionato. Prima dell’intervallo Manganiello esce portato a spalla per un problema alla caviglia. Il 7-3 al 40’ è stretto per un Im Exchange Viadana a lungo padrone del campo.

C’è qualche timore per la tenuta fisica e per la prevedibile reazione di Calvisano, ma nella ripresa è dominio dei padroni di casa. Si riparte con Viadana all’assalto e con Ceballos che centra il calcio del 10-3. Arriva il giallo a Tizzi e poi anche a Ceballos, ma in 13 contro 15 è sempre la squadra di Jimenez a dominare. In doppia superiorità numerica Calvisano è costretto a difendersi, con la formazione di casa ad un passo dalla meta. Assalto nei cinque metri e altro calcio per l’ennesimo fallo dei bresciani. Apperley fa 13-3.

Calvisano non costruisce nulla in tutta la ripresa, con i gialloneri che dominano anche in mischia e difendono con grande ferocia agonistica. Giallo a Van Vuren e bresciani che chiudono in 14, con un Viadana scatenato che attacca fino al termine. Si riparte il 25 gennaio in casa del San Donà. —

Matteo Sbarbada

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi