Pompea sempre corsara, Mennini entusiasta: «A Imola gara perfetta»

Gli Stings al settimo successo esterno su nove partite. Il consigliere biancorosso: «Il gruppo è in buona parte da confermare»

MANTOVA. La Pompea conferma la propria attitudine “corsara” espugnando anche il PalaRuggi di Imola e centrando così il settimo successo esterno in nove partite, il rendimento migliore del girone Est di A2. Dopo un inizio di gara in sofferenza, gli Stings sono emersi con una prova corale di alto livello soprattutto in fase offensiva.

«Abbiamo giocato bene e di squadra, facendo girare molto la palla in attacco - commenta entusiasta il consigliere d’amministrazione Paolo Mennini - E’ stata una serata in cui ci è riuscito praticamente tutto. Non era facile concludere con il 50% da tre punti in un campo storicamente difficile per noi e contro una squadra vogliosa di riscatto. Ho visto un gioco corale in cui tutti hanno portato il loro mattoncino. Clarke e Lawson hanno fatto la differenza, ma anche Ferrara ha dato un contributo importante giocando 32 minuti e rendendosi pericoloso anche in attacco. Bene anche Poggi che in 7 minuti ha dato tanto».

Ben 99 punti segnati rappresentano il massimo stagionale per la Pompea: «Ci serviva una prestazione di questo tipo in attacco dopo due sfide difficili con Ferrara e Montegranaro. E’ stata un’esperienza importante per i giovani per capire che, dopo le batoste psicologiche delle precedenti due partite, ci si può rialzare».


Mennini guarda alla prossima sfida: «Credo ci siano ancora grandi margini di miglioramento per tutti, ma rimaniamo coi piedi per terra. La società non vuole dare pressioni alla squadra, dobbiamo mantenere questo clima di serenità. Roseto è una squadra con tanti giovanissimi talenti e sarà importante avere il giusto atteggiamento sin dall’inizio. Un ruolo importante giocheranno i nostri veterani».

La situazione di classifica lascia la possibilità di pensare al futuro: «La società sta già programmando il futuro per garantire continuità al nostro progetto - conclude Mennini -. La volontà è quella di mantenere buona parte di questo gruppo composto da persone di valore dentro e fuori dal campo».

Intanto, la 18esima giornata quanto a ex ha messo in mostra Bobby Jones con la nuova maglia di Verona: dopo i 14’ nella sua ex Roseto con zero punti, l’altra sera nella vittoria sudata contro Orzinuovi (90-88) il lungo ha realizzato 22 punti in 37’, risultando il più sfruttato da coach Diana. Bene ancora Candussi con 18 punti.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi