Basket, la Pompea punta a tornare a fare festa alla Gp Arena

Il 22 gennaio alle 20.30 il recupero contro Roseto per riprendere il terzo posto in solitaria. Il coach Finelli: «Dobbiamo essere più aggressivi ma restando sereni»

MANTOVA. La Pompea prova a sfatare il tabù casalingo per vincere contro Roseto e consolidarsi al terzo posto in solitaria nel posticipo delle 20.30 del 22 gennaio. Gli Stings sono reduci da una prova positiva contro Imola in cui 99 punti segnati hanno rappresentato il massimo stagionale per i biancorossi. E’ stata un’ottima reazione dopo le due sconfitte casalinghe consecutive con Ferrara e Montegranaro che hanno portato a cinque il totale delle sconfitte alla Grana Padano Arena a fronte dui quattro successi.

«Ero certo che a Imola avremmo messo in campo una buona prestazione, continuo a credere nella grande unità di questo gruppo - commenta coach Alessandro Finelli nella conferenza pre-partita -. Veniamo da tre sconfitte nelle ultime quattro gare casalinghe mentre in trasferta abbiamo il rendimento migliore del campionato con 7 vittorie in 9 partite, al pari della Virtus Bologna in Serie A».

Roseto è terzultima in classifica, pur con due partite da recuperare ma il tecnico mantovano avverte sulla poca attendibilità della graduatoria del girone Est: «In questo momento la classifica è bugiarda e fuorviante. I rendimenti positivi di Montegranaro e Orzinuovi ne sono la prova, ora è un altro campionato per loro. E’ ciò che è successo anche a noi tra gennaio e febbraio 2019 quando ci siamo risollevati in classifica. Quella con Roseto è una gara insidiosa come quella con Montegranaro».

Servirà quindi una Mantova concentrata per tornare a vincere alla Gp Arena: «Gli Sharks hanno arricchito il roster con l’ala-centro Mitja Nikolic (al posto dell’ex Bobby Jones) e il play Yancarlos Rodriguez. E’ una squadra diversa rispetto all’andata ed è per noi una partita importante per la classifica e per vivere in modo più aggressivo ma sereno, una gara casalinga. Mi aspetto una prestazione di unità e concentrazione, anche grazie al sostegno e alla coesione dell’ambiente mantovano. E’ un momento speciale, abbiamo bisogno di tornare a vincere in casa».

Alvise Sarto sottolinea l’importanza della vittoria a Imola e l’attenzione che dovrà essere riposta nell’affrontare Roseto: «Il successo con l’Andrea Costa ha rappresentato un’iniezione di fiducia per tutto il gruppo - dichiara l’ala piccola del 2000 -. All’andata a Roseto riuscimmo a mettere in campo una prestazione di qualità. Gli Sharks sono una squadra molto giovane e imprevedibile. Dovremo giocare una gara solida contenendo i loro punti di forza dentro e fuori l’area».

Il veterano del Roseto, Simone Pierich citiene a riscattare il ko dell’andata: «Sarà importante impattare bene la fisicità degli Stings, aspetto che aveva condizionato la nostra prestazione nella prima partita - dichiara l’ala classe 1981 -. Giocheremo a viso aperto contro una formazione che spesso ha fatto fatica in casa».

Video del giorno

Mantova Pride festival: il brunch con le Salamandra Sisters

La guida allo shopping del Gruppo Gedi