Èpiù Viadana e Gabbiano si interrogano sul futuro, Guaresi: «Prospettive 0»

Panciroli: «Facciamo pesi e ci vediamo in video conferenza». La Fipav propone allenamenti con i ct Blengini e Mazzanti

MANTOVA. Tra le decine di hashtag fioriti nel panorama nazionale dall'avvento del coronavirus spicca nel mondo del volley una serie di video pubblicati sul canale YouTube della Fipav, così accomunati: #ConvocatiACasa #DistantiMaUniti. Dagli inviti a reagire tutti insieme del guru Julio Velasco, agli esercizi in circuito per addominali, gambe, petto, illustrati dallo staff tecnico della stessa Fipav e dai ct azzurri Gianlorenzo Blengini (maschile) e Davide Mazzanti (femminile): attività utile da svolgere a domicilio per non gettare a mare in poche settimane mesi di palestra. E i coach di B di casa nostra che ne pensano e soprattutto come si regolano?

«In questo momento risulta molto difficile pensare a chiudere il campionato e a come farlo - è l'opinione di Gianantonio Guaresi, allenatore del Gabbiano -. Questo video e l'iniziativa della Fipav è senza dubbio lodevole ma il vero problema è il contesto poco chiaro in cui siamo costretti a muoverci, è difficile definire una data precisa dalla quale poter riprendere l'attività. Noi abbiamo una chat con tutti i giocatori e la nota più lieta è che stanno tutti bene, di salute e a fisico. I ragazzi hanno schede da svolgere ma è difficile riprogrammare una preparazione senza un vero obiettivo davanti. Se ad esempio sapessimo che tra un paio di settimane si ricomiciasse sarebbe diverso ma temo che si andrà per le lunghe. Senza contare i riflessi negativi dal punto di vista economico per club come il nostro con contratti e rapporti con gli sponsor».


«Noi lavoriamo in conference call per quel che è possibile fare in una situazione d'emergenza come questa - gli fa eco il tecnico dell'Èpiù Viadana Alberto Panciroli - tanto lo fanno gli stimoli dei giocatori. Proponiamo esercizi fisici e tecnico-tattici e per la pesistica ognuno si arrangia come può, qualcuno addirittura anche sollevando casse d'acqua. Lo facciamo soprattutto nel tentativo di restare o tornare alla normalità. I video dei coach? Ho apprezzato in particolare quello in cui Mazzanti, un mago della comunicazione, e la moglie Serena Ortolani (opposto della Nazionale e del Monza, ndr) programmano esercizi a suon di musica, per dimostrare il connubio con lo sport».

Perché occorre andare avanti, nonostante tutto. —

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi