In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Gonzaga, Corniani rilancia la fusione: «Si può e si deve trovare l’accordo»

Mauro Pinotti
1 minuto di lettura

GONZAGA

Settimane decisive per gli assetti societari delle realtà calcistiche: l’Ac Gonzaga è disponibile a unire le forze con la Dinamo, che però ha ribadito di voler continuare a fare calcio da sola. Lo sportivo gonzaghese Mirko Corniani sta lavorando per una fusione tra le due società. «Farò il possibile perché Gonzaga e Dinamo possano trovare la forza e la sapienza di potersi unire. Pur avendo letto le dichiarazioni del dirigente della Dinamo Cortigiani (che sostiene l’autonomia della Dinamo, ndr) confido nella disponibilità dei protagonisti di convergere e nel ruolo del Comune come soggetto neutrale, che sproni e acceleri i tempi verso la concretizzazione di questo processo che non ha visibili alternative. Punti fermi saranno la valorizzazione delle esperienze passate, delle risorse e competenze che hanno consentito alle due società di scrivere pagine importanti, unite al desiderio di continuare a fare calcio a Gonzaga. Ma per questo serve uno scatto di modernità, di sostenibilità e di consapevolezza. I campanilismi non hanno più senso. Quale credibilità si potrà avere verso le famiglie, l’amministrazione comunale, le imprese ed i commercianti se ci si continua a presentare in due soggetti diversi? In questo momento storico - ha concluso Corniani - c’è una grandissima opportunità per cambiare, per crescere e per dare forma ad un progetto sportivo nuovo, ambizioso e sostenibile. Questo passaggio sarà decisivo ed incontrerà il consenso a Gonzaga, rafforzando il desiderio di appartenenza. In queste settimane ho incontrato persone interessate a sostenere e accompagnare processi nuovi e di cambiamento. La nascita del nuovo soggetto sportivo permetterà poi in un momento immediatamente successivo di occuparsi dell’organizzazione pratica della società con il nuovo modello organizzativo. In questo modo Gonzaga diventerà più solida e saprà porsi in modo credibile, evolutivo e maturo verso chi ama lo sport ed il calcio». —

Mauro Pinotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori