Mantova riassapora il gusto delle sfide iridate, Pavesi: «Il 3 e 4 ottobre il Gp della Lombardia»

Previsto anche il campionato femminile. In calendario tre tappe in Lettonia, due a Faenza in settembre e una a Pietramurata in novembre 

MANTOVA. C’è qualcosa di insolitamente piacevole nel nuovo calendario stagionale del campionato del mondo MxGp diramato ieri mattina a Montecarlo da Infront Moto Racing, promoter della serie iridata di motocross in supporto alla Federazione Internazionale. Ed è la presenza di Mantova quale sede del Gran Premio di Lombardia, sabato 3 e domenica 4 ottobre, in sostituzione della prova non disputatasi a Maggiora lo scorso 17 maggio, con la pista piemontese che a fronte delle limitazioni previste dalle norme sanitarie ha rinunciato all'organizzazione dell'evento.



A un anno e mezzo dall'ultima presenza nel Mondiale, la pista del Migliaretto torna nuovamente ad essere teatro della sfida tra gli assi del motocross, nella stagione in cui avrebbe dovuto rifiatare e reperire il budget per candidarsi a rientrare nel 2021.


«Tutto è accaduto nell'arco di un paio di settimane prima a livello di voci, poi con una richiesta ufficiale - spiega il presidente del Moto Club Mantovano Giovanni Pavesi -. Ci abbiamo pensato su per un paio d giorni e abbiamo risposto in modo affermativo, sicuri di essere una volta di più all'altezza della situazione».

Rispetto ad altri impianti più claustrofobici Mantova ha un grande vantaggio: un paddock enorme, nel quale far valere il distanziamento sociale tra i team e i loro mezzi già sperimentato con successo nel recente campionato regionale Triveneto, che ha radunato la presenza di ben 383 concorrenti.

L'organizzazione di un Gp iridato è impegno gravoso sotto molteplici aspetti ma il ritorno d'immagine per la città è sempre notevolissimo. «Al momento l'evento è a porte chiuse, ovvero prevede la presenza massima di mille persone all'interno del paddock, come previsto nel nostro Paese dalle vigenti norme per le manifestazioni sportive - continua Pavesi - ma se la situazione sanitaria dovesse migliorare costantemente siamo fiduciosi che tra tre mesi esatti possano essere aperte al pubblico le nostre tribune e i terrapieni da cui apprezzare le evoluzioni dei piloti».

Nel calendario annunciato ieri, dopo le due prove già disputate lo scorso marzo a Matterley Basin (Inghilterra) e Valkenswaard (Olanda), la ripartenza è prevista ad agosto in Lettonia, dove su tre diverse configurazioni del circuito di Kegums verranno disputati altrettanti Gp, il 9, 12 e 16. Quattro gli appuntamenti italiani: bis a Faenza (sostituto di Imola) il 16 e 20 settembre e gare singole a Mantova e Pietramurata (Gp del Trentino), quest'ultima il 1° novembre.

Oltre alle classi iridate Mx1 e Mx2, il clou del weekend, nella giornata di domenica il round mantovano ospita al sabato la tappa del campionato europeo 250 e la gara conclusiva della Women's MxGp: dalla sabbia del Migliaretto uscirà la campionessa del mondo. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi