Per i biancorossi un girone di ferro

L’Acm nel gruppo B pieno zeppo di pretendenti alla serie cadetta, torna il derbissimo con il Modena

MANTOVA. Scorrendo l’elenco delle avversarie del Mantova il commento è presto fatto: sarà una battaglia. Sì, perché l’Acm al ritorno tra i professionisti non avrà certo vita semplice vista la caratura delle avversarie. Il girone B, quello dove la Lega ha inserito i biancorossi, è sicuramente quello con il tasso tecnico più elevato. A dirlo sono le ambizioni dei club, molti pronti ad una stagione di vertice con l’obiettivo della Serie B. È il caso del Modena, squadra di valore che dopo un anno di apprendistato in C è pronta a dire la sua. C’è poi la Sambenedettese guidata da Montero e con Maxi Lopez in attacco, senza contare il Perugia retrocesso dalla cadetteria o la Triestina che vuole tornare ai fasti di un tempo.

Senza dimenticare il Padova, altro club che ha investito molto e che si aspetta un anno da primato con Mandorlini come guida in panchina. Il tutto senza considerare le numerose outisder che hanno costruito una rosa di tutto rispetto. Una di queste formazioni è sicuramente la FeralpiSalò, che dopo anni di ottimi campionati pare voler provare il definitivo salto di qualità. Ci sono poi piazze importanti come Cesena (si rivedrà il match caro agli ultras visto il gemellaggio con la Curva Mare) e Fermo, altre da scoprire (la Vis Pesaro pare abbia un buon organico). Insomma, un bel grattacapo per una formazione giovane e neo promossa come quella guidata da mister Emanuele Troise.

A livello chilometrico saranno parecchie le trasferte dalla lunga gittata, nelle vicinanze solo Carpi, Imola, Legnago, Verona e Modena. Sorprende l’inserimento nel gruppo B dell’Arezzo, se non altro perché le altre toscane sono tutte nell’A.

Oggi una nuova tappa importante con la definizione del calendario. Perché anche gli incastri dei vari turni infrasettimanali, vista la qualità delle avversarie, farà la differenza. —


 

Video del giorno

Riaperto il ponte: Mirasole ora respira

La guida allo shopping del Gruppo Gedi