Febvre conquista il Gp Città di Mantova, Gajser mantiene cinque punti su Cairoli

Secondo appuntamento mondiale: prima manche allo spagnolo Prado, seconda al francese. Il leader è quinto e terzo, il campione per due volte è quarto

MANTOVA. Domenica 27 settembre erano stati privati del podio di gara2, penalizzati al termine della prova per aver ignorato le bandiere gialle nel punto dell'incidente occorso a Jasikonis. Mercoledì 30 Romain Febvre (Kawasaki) e Jorge Prado (Ktm) si sono presi la meritata rivincita confermando una condizione eccellente e dividendosi le due manche del Gp Città di Mantova, valido per il Mondiale MxGp.Il francese, terzo sul traguardo nella prima gara e poi vincitore della seconda, si è anche aggiudicato il successo assoluto mentre allo spagnolo, dominatore in gara1, è toccata la piazza d'onore dopo essersi arenato (sesto) nella seconda prova. Terzo nel Gp il leader del Mondiale Tim Gajser (Honda), quinto e terzo di manche con scivolata finale.

Pur con il naso fratturato Tony Cairoli (Ktm) è periodicamemte quarto, in gara e nel risultato finale, mantenendo invariato il suo svantaggio di 5 lunghezze nella classifica del Mondiale guidata da Gajser. Giornata agrodolce per Jeremy Seewer (Yamaha), vincitore del recentissimo Gp di Lombardia disputato al Migliaretto: per lo svizzero un secondo posto e un nono in gara2, con ben due cadute nella stessa manche, ad allontanarlo dai sogni iridati. Buona prova del francese Gautier Paulin (Yamaha), secondo in gara2 dopo il decimo posto dell'esordio.


La Mx2 vede il successo assoluto di Thomas Kjer Olsen (Husqvarna): dopo la cavalcata vincente di gara1 il danese si accontenta di seguire il leader della classifica Tom Vialle (Ktm) assicurandosi la piazza d'onore senza correre troppi rischi. Al tempo stesso il francese, dominatore della stagione, si riconcilia con il circuito di Mantova -  al MIgliaretto caratterizzato da alcune modifiche rispetto al suo layout tradizionale - con il secondo posto nel Gp, ottenuto anche grazie alla terza piazza di gara1, mentre sul gradino basso del podio fa capolino l'olandese Roan Van de Moosdjik (Kawasaki) davanti al francese Maxime Renaux (Yamaha).

Se la Mx2 ha in Vialle il pilota che pare destinato a fine stagione alla corona iridata la regina MxGp appassiona più che mai, lasciando aperto a svariate soluzioni l'esito del Mondiale. E mentre mercoledì 30 sono stati ufficializzati in calendario altri tre round in programma dal 18 al 25 ottobre sul circuito belga di Lommel, il Gp d'Europa in programma domenica 4 ottobre a Mantova dovrebbe sbrogliare la situazione di classifica. O magari, stando ai continui capovolgimenti di fronte, ingarbugliarla ancor di più.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi