Cairoli punta sul Gp d’Europa al congedo dal trittico mantovano

Il messinese deve vedersela soprattutto con Gajser, Febvre, Prado e Seewer. Il lituano Jasikonis si è svegliato dal coma dopo l’incidente di domenica scorsa

MANTOVA. La lieta novella, in vista del Gp d'Europa di motocross al Migliaretto a conclusione del trittico iridato sulla pista mantovana, è che Arminas Jasikonis si è risvegliato dal coma in cui era stato indotto domenica scorsa all'ospedale di Cremona, dopo la brutta caduta durante gara2 del Gp di Lombardia e il trasferimento in eliambulanza. Il pilota lituano dell’Husqvarna è stato subito in grado di riconoscere i familiari e non ha riportato gravi conseguenze; presto - fa sapere la sua quadra in una nota - potrà iniziare la fase di recupero.

Intanto il 4 ottobre i big del Mondiale MxGp tornano a sfidarsi con un pronostico più incerto che mai. Nelle quattro manche disputate dalla classe regina negli ultimi due round a Mantova, altrettanti sono stati i vincitori: Seewer, Gajser, Febvre e Prado. Non Tony Cairoli, il pilota più celebrato e atteso: presentatosi al Migliaretto da leader della classifica e intenzionato a conquistare il decimo alloro iridato: il messinese della Ktm ha vissuto domenica scorsa la classica giornata storta e scivolando in gara2 ha anche riportato la frattura del setto nasale ma mercoledì si è difeso orgogliosamente, piazzandosi ai piedi del podio e mantenendo invariato il suo svantaggio in classifica da Gajser, che lo precede di 5 punti. Anche se alla fine della stagione mancano parecchie gare ci sarebbero elementi a sufficienza per giudicare decisivo il confronto di oggi tra gli aspiranti al Mondiale nei quali si è inserito lo svizzero Seewer, il pilota che a settembre ha più impressionato.


In Mx2 tutti contro Tom Vialle, anche se il francese gode di un vantaggio tale da poter cominciare a correre in difesa, se nel motocross sia mai possibile. Per la giornata del 4 ottobre restano biglietti in vendita, sia alle casse del circuito che sul sito www.motocrossmantova.com.

Intanto, il 3 ottobre antipasto fangoso con l'Europeo 250, affiancato dalla tappa continentale della 125. Tra le 250 entusiasmante doppietta di Mattia Guadagnini (già a segno martedì nelle due gare del Gp Città di Mantova), prima davanti a Conijn e Fredriksen, poi con Benistant e Locurcio immediatamente alle sue spalle. Nei tre round mantovani il bassanese ha rosicchiato 10 punti al francese e, a tre appuntamenti alla fine, i due sono divisi da 28 lunghezze. Nella 125 successo assoluto del 15enne romano Valerio Lata (Ktm), campione del mondo in carica tra le 85cc. Per lui un secondo posto e la vittoria di gara2; con lui sul podio l'estone Vettik e lo svedese Palsson.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi