Bertacchi, tra la panchina di Viadana e il lavoro nella Croce Rossa reggiana

Serie C Silver. L’assistente allenatore dell’Almac: «Cerco di gestire al meglio il doppio impegno La stagione non doveva iniziare, siamo in emergenza ma abbiamo più mezzi contro il virus» 

il personaggio

L’emergenza Covid-19 vissuta dal lato sportivo e dell’assistenza sanitaria. La storia è quella di Franco Bertacchi, residente di Reggiolo da questa stagione assistente allenatore di coach Denis Tellini sulla panchina dell’Almac Viadana di serie C Silver. Oltre al proprio impegno sportivo, Bertacchi è da 21 anni collaboratore della Croce Rossa in una sede della Bassa Reggiana: «Ho sempre cercato di gestire il doppio impegno in modo da svolgere senza problemi le due mansioni – commenta Bertacchi -. Mi sento costantemente coi ragazzi della prima squadra viadanese e anche coi giovani dell’annata 2009 che seguo a Gualtieri. Ai miei ragazzi ho sempre cercato di insegnare il rispetto dell’avversario e di migliorare tutti i fondamentali del gioco».


In precedenza, Bertacchi ha allenato a Reggiolo e nelle giovanili della Reggiana tra il 1989 e il 2000 e ha vissuto alcune esperienze all’estero alla Rowan University nel New Jersey nel 2019 in un camp organizzato dall’Universal Basket Modena.

«Dal mio punto di vista, la stagione non avrebbe dovuto proprio iniziare. Abbiamo rispettato alla lettera tutti i protocolli sanitari, ma sin dall’inizio c’è stata incertezza sull’organizzazione della stagione. Speriamo di riprendere a febbraio, ma non sarà facile gestire la preparazione atletica e tecnica».

Bertacchi in passato ha prestato soccorso come operatore polivalente della Croce Rossa a Lampedusa: «Lavoro in cinque turni settimanali. Dai primi di ottobre c’è la percezione che si sia tornati in una situazione d’emergenza nel nostro territorio. Ho comunque l’impressione che si abbiano più mezzi a disposizione per contenere la crescita dei contagi e i vari casi».

Infine, un messaggio di Bertacchi per i suoi ragazzi: «Chiedo di rispettare scrupolosamente le prescrizioni anti-Covid. Non bisogna sottovalutare la situazione, più rispettiamo le regole e prima torneremo in campo». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi