Fulmine a ciel sereno nei dilettanti: Mutti si dimette, Suzzara senza guida

Il mister: «Scelta personale, non avrei dato il massimo». Summit del club, Micheloni e Bellini possibili traghettatori

SUZZARA. Un fulmine a ciel sereno in un periodo fatto di attesa. Il Suzzara cambia volto, almeno dal punto di vista tecnico. Mister Alessandro Mutti ha deciso di rassegnare le dimissioni. Lo ha fatto con una comunicazione personale al direttore sportivo Carlo Piccinini che ha chiaramente avvisato il resto della società bianconera. Società che ha accettato la decisione del tecnico.

A spiegare questo passo indietro è lo stesso Mutti che con grande franchezza analizza la situazione: «Le motivazioni sono strettamente personali, non sono legate al campo – sottolinea –. Da circa un mese ci stavo riflettendo e ora ho deciso di dimettermi. Non mi sembrava giusto mettere in difficoltà la società tirandola per le lunghe, ho preferito fare questo passo per dar modo al Suzzara di trovare una soluzione ottimale con tutta calma».

Mutti non va oltre, lasciando in sospeso il capitolo motivazioni: «Ho la testa da un’altra parte – si limita a dire – e quindi il rischio sarebbe stato quello di tornare ad allenare non riuscendo a dare al gruppo il meglio di me. In tanti mi hanno detto “potevi aspettare visto che è tutto fermo”, ma io non sono fatto così. Se non posso garantire il massimo preferisco farmi da parte. Questo soprattutto perché nutro un profondo rispetto per i dirigenti e in generale per il Suzzara. Chiaramente mi dispiace: la stagione non era iniziata nel migliore dei modi ma sono convinto che si possa raddrizzare. È questo l’augurio che faccio alla squadra e al club».

Ora è caccia aperta a un sostituto, ma il clima di incertezza che aleggia intorno al calcio dilettantistico potrebbe portare ad uno slittamento della decisione. La società si riunirà nel corso della prossima settimana per un consiglio direttivo nel quale all’ordine del giorno ci sarà la futura gestione dell’area tecnica. Voci di corridoio parlano di una possibile promozione di Davide Micheloni nel ruolo di allenatore-giocatore. Micheloni infatti ha conseguito il patentino per sedersi in panchina. Altra pista percorribile è quella dell’utilizzo di Andrea Bellini (attuale allenatore della Juniores regionale fascia B) come traghettatore della prima squadra. Un’idea interessante che ricalcherebbe il cammino fatto dallo stesso Mutti.

C’è però da dire che la Juniores sta andando a gonfie vele e quindi togliere la guida tecnica potrebbe essere deleterio. In ogni caso siamo nel campo delle ipotesi visto che la notizia delle dimissioni di Mutti è fresca, per certi versi ancora da assimilare per buona parte del club bianconero. C’è infatti la possibilità che il campionato non riparta nemmeno con l’anno nuovo, e quindi in questo caso il Suzzara potrebbe decidere di congelare tutto e rimandare la scelta del nuovo allenatore alla prossima primavera.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi