Gatti, da Castiglione a perno degli azzurri vincenti in Australia

Il 30enne sommelier gioca con la Italian Generation Calcio. Tutti connazionali i campioni della lega del Queensland

MANTOVA. Se in Italia il calcio non professionistico è stato messo da un pezzo all’angolo dalla pandemia, in Australia - all’altro capo del mondo - il virus non fa più così paura e correre dietro a un pallone per divertirsi in compagnia non è affatto un problema.

Lo testimonia al meglio il 30enne mantovano Andrea Gatti, che con la sua Igc (Italian Generation Calcio) ha appena vinto la Queensland Indipendent Football, lega privata amatoriale a cui partecipavano 12 squadre dello stato nord-orientale dell’Australia. Al termine del torneo il tricolore sventola fiero grazie a questa squadra composta interamente da atleti italiani (c’è anche qualche italo-brasiliano e italo-colombiano) e sostenuta da diversi sponsor del nostro Paese (sulle maglie capeggia il logo Mapei) o comunque di origine italiana.

L’iniziativa è figlia dell’associazione New Italian Generation, presieduta da Stefano Pantalone e fondata tre anni fa con lo scopo di integrare i nuovi arrivati in Australia con la comunità locale attraverso eventi culturali e sportivi. Andrea Gatti, che nel 2018 si è trasferito da Castiglione - dove risiedono i genitori - e vive a Brisbane con la sua fidanzata australiana, è venuto in contatto con la Igc attraverso il calcio a 5 (altra attività dell’associazione) e quest’anno è entrato nella squadra di calcio a 11, vestendo la maglia numero 10 e contribuendo con 2 gol ai successi degli “azzurri”.

Il 30enne mantovano, che ora a Brisbane lavora come sommelier, si divertiva del resto a giocare a calcio anche a Castiglione, dove per più di dieci anni ha vestito la maglia del Castello, squadra amatoriale di calcio a 7. Con la sua prestanza fisica, il centrocampista è diventato adesso un perno della squadra italiana in Australia.

La stagione per gli “azzurri” non è però ancora finita: dopo aver vinto la Lega con 44 punti e un cammino da record (14 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta), mettendo in fila altre 11 squadre, ora la Igc si appresta infatti a disputare le finali a cui partecipano le prime sei classificate e che mettono in palio un secondo titolo.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi