Il riscatto del Viadana: domato il Calvisano

Rugby top 10. Dopo la delusione di Piacenza i gialloneri partono male poi recuperano e assestano un uno-due micidiale ai bresciani

VIADANA. Come undici mesi fa, Calvisano è steso allo Zaffanella. Merito di un Viadana sontuoso che trionfa 31-24 nel derby, bissando la vittoria di gennaio nello scorso torneo. Grande prestazione dei gialloneri che vanno sotto 10-0 in avvio ma che, a cavallo dei due tempi, recuperano lo svantaggio e poi scavano il solco decisivo. Un riscatto importante dopo il ko di Piacenza.

In avvio un crollo sul lato destro della mischia viadanese regala il primo calcio a Hugo che non sbaglia e sblocca il punteggio. Calvisano mette in mostra la superiorità in mischia e Antonio Denti paga con un cartellino giallo. La meta bresciana è solo questione di tempo. Superiorità numerica al largo e sigillo firmato da Andrea Bronzini, ex dell’incontro.

Hugo completa l’opera ed è 10-0. Viadana si scuote e la pressione permette di cancellare lo zero dal tabellino grazie al piede di Ceballos. L’episodio cambia l’inerzia del match. Bella presa in touche, spinta decisa in maul e poi palla al largo con Apperley che trova Ceballos. L’argentino con la sua rapidità non trova opposizione e si tuffa per la marcatura. Lo stesso mediano trova il pareggio a quota 10 con la successiva trasformazione.

I ragazzi di Fernandez tornano in campo con la stessa determinazione del finale di prima frazione e costringono i bresciani sulla difensiva. Viadana è arrembante e staziona a lungo a pochi centimetri dalla linea di meta. Una pressione costante premiata dal centro di Zaridze (trasforma Ceballos). In campo ci sono solo i gialloneri. Ripartenza a mille all’ora dell’incontenibile Ceballos, Casado Sandri trova il buco giusto e con un calcetto lancia Bientinesi che raccoglie l’ovale e schiaccia in meta. Tutto fermo, però, perché con un piede il n.14 aveva toccato la linea. La festa è solo rimandata di pochi secondi.

Calvisano in confusione, lancio in touche sballato dei bresciani, Ribaldi raccoglie e sigla la meta. Ceballos fissa sul 24-10. Calvisano è pur sempre una delle favorite del torneo e quando reagisce è sempre pericolosa. Ci pensa Vunisa a riaprire i giochi. Viadana resta in 14 per un giallo a Panizzi e deve stringere i denti. L’orgoglio e il coraggio dei gialloneri, però, sono infiniti. Touche in d’attacco, maul avanzante e Ribaldi colpisce ancora. Nel finale arriva la massima pressione dei bresciani. De Santis sfrutta una giocata veloce di Vunisa dopo una mischia, con Calvisano che torna a -7. Sono minuti di sofferenza ma la squadra di Guidi non riesce più a rendersi pericolosa. 

Video del giorno

La caccia simulata alla volpe tra le vie e le piazze di Sabbioneta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi