Mantova, Ganz felice: «In biancorosso mi sto ritrovando»

Il bomber: «Sempre più consapevoli dei nostri mezzi». Anche Gerbaudo tra i migliori: «Tutto alla grande, merito del gruppo, del mister e della mia compagna»

MANTOVA. C’è una sintonia che ha qualcosa di magico tra Simone Ganz e Matteo Gerbaudo, già nove reti il primo e tre assist del secondo per altrettanti gol del centravanti. «Ciò che ottengo in campo è lo specchio di una nuova carriera, che sto ricostruendo qui a Mantova - afferma Simone Ganz -. Sto bene e penso si veda, sono felice. Col Ravenna ci aspettavamo una sfida difficile e nel primo tempo abbiamo fatto un po' di fatica. Alla distanza è uscito il carattere di questa squadra ed è ciò che mi rende più orgoglioso dei miei compagni, perché in un momento di difficoltà siamo riusciti a tirar fuori qualcosa di molto importante. Per una vittoria che dà morale e consapevolezza nei nostri mezzi».

Mantova, il bomber Ganz felice: in biancorosso mi sto ritrovando

L'attaccante non guarda la classifica e invita l'ambiente a concentrarsi solo sulla prima gara che verrà: «Penso a lavorare duro durante la settimana e a raggiungere gli obiettivi, senza guardare la posizione odierna. Alla fine tireremo le somme. Per ora mi godo questa bella e meritata vittoria».

Quanto a opinioni Matteo Gerbaudo non si discosta molto dal compagno con cui condivide la palma di migliore in campo. «Se sta andando tutto piuttosto bene devo ringraziare l'intero gruppo, i compagni e il mister: si sta creando davvero un nucleo meraviglioso. C'è unità di intenti tra noi e voglia di mettersi a disposizione l'un dell'altro. Ringrazio anche la mia compagna che è qui a Mantova con me, perché in un momento difficile come questo caratterizzato dal Covid si deve essere più sereni possibile anche fuori dal campo. Bisogna andare avanti e non mollare mai». Sulla partita: «Si è messa subito in salita, dal nulla abbiamo preso un gol che non ci aspettavamo. Sono convinto che la nostra vittoria è più che meritata, in fondo anche nel primo tempo c'erano state tre opportunità per sbloccarci. Nel secondo abbiamo avuto meno opportunità nitide ma siamo stati molto più concreti. Gli assist per Ganz? Io so che lui c'è, esattamente dove io mi aspetto che sia».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi