Il focolaio Carpi preoccupa: ora sono 37 i tesserati risultati positivi al Covid

CARPI.  Fine d’anno amaro per il Carpi. Il club biancorosso, dopo una partenza di campionato all’insegna dei risultati e del gioco susseguenti al cambio di proprietà, in seguito si era assestato su una posizione di classifica al riparo dai rischi in attesa del mercato e della fase discendente del torneo. Il peggio è arrivato però prima delle feste natalizie: da un iniziale numero ristretto di contagi ai tamponi di protocollo, si è sviluppato un vero e proprio focolaio. Sono addirittura 37 su 45 i tesserati risultati positivi al Covid 19, ovviamente tra il gruppo squadra comprendente giocatori, dirigenti, staff tecnico e collaboratori. Tra i quali mister Pochesci, che aveva già fatto “outing” attraverso i suoi canali social, il quale si è detto anche «molto preoccupato» per la ripresa della attività agonistica prevista per il 10 gennaio 2021.

Tra l’altro c’è da sottolineare che nel Carpi gioca anche il mantovano Andrea Ghion, in prestito dal Sassuolo ed abitante a Levata di Curtatone. Ricordiamo che proprio per il grande numero di contagiati il Carpi ha portato la Lega Pro al rinvio degli ultimi due turni degli emiliani: quello previsto il 20 dicembre a Macerata contro il Matelica e quello successivo, inizialmente in calendario per mercoledì 23 in casa contro la FeralpiSaló. —




© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi