Il Viadana passa al contrattacco: ricorsi contro Colorno e Valorugby

Nel mirino presunti colpi proibiti di un giocatore parmigiano e di due portacolori del team reggiano

VIADANA. Giorni intensi per il giudice sportivo della Fir, con il cuore delle discussioni legate al Top 10 che sembrano spostarsi sempre più dal rettangolo verde agli uffici.

Il Viadana non ci sta e, dopo i tre mesi di squalifica inflitti a Caila, chiede giustizia. Contro lo stop del seconda linea argentino è in partenza in queste ore il ricorso della società giallonera. Il contrattacco viadanese, però, non si ferma a quell'episodio. Due sono le istanze presentate dalla società di patron Arletti riportate nell'ultimo comunicato Fir del 2020. Un primo ricorso riguarda la gara di Colorno, vinta sul campo e poi a tavolino, per un presunto colpo di Chibalie a Mateu. Chiesto un pronunciamento al giudice sportivo, inoltre, per due episodi del match perso contro Valorugby: un ingresso laterale in ruck di Leaupepe considerato dalla società pericoloso e un intervento su Casado Sandri. Probabile, come accaduto negli episodi delle settimane precedenti, che il giudice sportivo si pronunci dopo aver visionato le immagini.


«Non vogliamo passare come gli unici brutti e cattivi, anche perché non rispecchia la realtà - spiega patron Giulio Arletti -. Visto che questa dei ricorsi è una strada che stanno seguendo in tanti, la prendiamo anche noi. Vogliamo far valere le nostre ragioni. Siamo consapevoli che gli arbitri non possono vedere tutto e per questo la soluzione sarebbe la video assistenza durante i match».



Sulla stessa lunghezza d'onda il general manager Ulises Gamboa. «Non amo questo rugby da scrivania - spiega - ma non è corretto che Viadana sia la squadra più punita del campionato. Vogliamo risolvere questa situazione, partendo dal dialogo con la classe arbitrale. La situazione della squalifica di Caila è paradossale. Si è trattato di un intervento in ruck involontario ed è stato punito più pesantemente di una gomitata intenzionale».

Da oggi, 2 gennaio, tornerà a parlare il campo. Alle 14 appuntamento a Treviso per il derby di Pro 14 tra Benetton e Zebre. Domani, invece, doppio recupero di Top 10. Alle 14.30 Petrarca-Lazio (Angelucci di Livorno) e alle 15 Valorugby-Rovigo (Mitrea di Udine). Nuovo rinvio per Colorno-Calvisano, viste le positività al Covid nel gruppo bresciano.

Novità, infine, dalla Fir. Fissata per il 13 marzo a Roma l'assemblea elettiva che porterà alla nomina del nuovo presidente e del direttivo per il 2021-2024. Il consiglio federale, inoltre, ha deliberato nella seduta del 31 dicembre un ulteriore stanziamento di due milioni di euro per il Fondo di salvaguardia istituito in primavera a supporto delle società colpite dall'emergenza Covid.




 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Emergenza siccità, anche il lago di Braies si ritira: la siccità ridisegna il 'paesaggio da cartolina'

La guida allo shopping del Gruppo Gedi