Il Mantova aspetta Tupta, ma si inserisce anche il Sion

Braccio di ferro per la punta del Verona in uscita dall’Ascoli: pronte le alternative da Germinale a Barbuti. Al Carpi piace Militari. A fine mercato esuberi dall’Hellas?

MANTOVA. Giornate intense per il mercato del Mantova, in attesa di piazzare un colpo in attacco che vada a coprire il buco lasciato aperto dalle cessioni di Michele Vano e di Matteo Cortesi. Il ds Alessandro Battisti ha messo nel mirino il 22enne slovacco Lubomir Tupta, di proprietà del Verona, che è in uscita dall’Ascoli dove non ha trovato moltissimo spazio in serie B (12 presenze e nessun gol). Sul ragazzo, poco incline a scendere di categoria, pare sia però piombato il Sion, squadra della massima divisione svizzera. Ma l’Acm non molla la presa e spera di convincere Tupta a sposare la causa biancorossa. A quanto pare le prossime ore dovrebbero essere decisive, in un senso o nell’altro.

Nel frattempo il Mantova si cautela e tiene aperte diverse altre piste. Una porta al 28enne Riccardo Barbuti del Fano, su cui c’è anche il Carpi. E non a caso i nomi delle due società sono affiancati da radiomercato anche al 29enne del Renate Carmine De Sena, altra punta dalle caratteristiche simili.


L’Acm aveva poi sondato altri attaccanti, fra i quali il 33enne della Cavese Domenico Germinale e il coetaneo Davis Curiale del Catanzaro, che sembra vicino all’ingaggio di Jefferson dal Padova.

Insomma, tutto può ancora accadere, da un lato perché il Mantova non intende fare follie per centrare un obiettivo preciso e si muove nel solco del rapporto con l’Hellas di patron Setti, dall’altro perché le dinamiche di mercato possono cambiare rapidamente.

Ne è un esempio la situazione del portiere Tozzo, che da titolare inamovibile è passato a potenziale elemento da cedere in un attimo. Il 28enne numero uno andrà via però solo in caso di offerte da squadre decise a schierarlo con continuità, altrimenti resterà in biancorosso. Nel primo caso, a Mantova arriverebbe il 19enne Thomas Fantoni, ex Bologna Primavera e Cjarlins Muzane in D.

Per quanto concerne gli altri possibili addii, nella lista dei cedibili restano il baby Palmiero, il terzino Esposito e l’esterno Rosso, ma anche qui non sono da escludere sorprese. Ad esempio su Zibert, poco utilizzato nell’ultimo periodo. Alessio Militari piace invece al Carpi, ma è difficile che Troise lo lasci andar via.

Fra i papabili a vestire la maglia biancorossa, invece, ci sono il 18enne terzino Christian Costa della Caronnese, il 20enne mediano della Roma (ex Gubbio) Zakaria Sdaigui e il 26enne centrocampista Francesco Urso del Catanzaro.

C’è da dire infine che negli ultimi giorni di mercato (la chiusurà è fissata per lunedì alle 21) potrebbero venir fuori anche operazioni legate a esuberi del Verona. Di Antonio Di Gaudio (su cui c’è il Frosinone) si parla fin dalla scorsa estate, ma fra i gialloblù da collocare ci sono anche l’esperto terzino Vitale e qualche giovane interessante, come Yeboah (punta 2002), Terracciano (2003, centrocampista) e Bertini (punta 2001). —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi